214 Responses to Australia

  1. Max ha detto:

    Ciao sono un ragazzo di 27 anni, ho intenzione di partire per l’australia questo settembre, sono un saldatore qualificato e volevo chiederti se conoscessi più o meno le città su cui indirizzarmi per trovare lavoro con la mia qualifica, e se serve portare con me gli attestati!! Ti ringrazio anticipatamente…

    • Dome ha detto:

      Ciao Max, onestamente una città vale l’altra se intendi cercare lavoro nel tuo campo. Tuttavia credo che tu debba farti regolamentare la professione agli standard australiani per cui ogni attestato che possiedi potrebbe essere necessario per valutare la tua qualifica ed esperienza. Ti avverto che non è un processo semplice ma nemmeno impossibile.
      Ciao!

  2. Nadia ha detto:

    Ciao Dome, sono una ragazza di Palermo e avrei intenzione di andare in Australia a settembre.
    Premetto che ho i miei parenti, tranne i miei genitori, a Melbourne. Sono diplomata in lingue straniere e avrei intenzione di andare , con l’intento di lavorare e stabilirmi definitivamente li. Mia zia possiede un ristorante e potrebbe farmi lavorare li senza problemi.
    Mi sono informata su vari siti per la ricerca di un visto adatto alla mia situazione, hai qualche consiglio da darmi?!?!?
    Attendo risposta, grazie in anticipo.

    • Dome ha detto:

      Ciao Nadia, se hai meno di 30 anni il visto che fa per te è il Working Holiday Visa: puoi rimanere per un anno (o anche due) e lavorare senza problemi. Occhio che non è proprio una cosa banale riuscire a trasferirsi in modo definitivo e l’avere parenti, per quanto stretti, non è una sicurezza di successo.
      Ciao!

  3. Jack ha detto:

    Ciao! sono un ragazzo di Verona, ho 21 anni e a dicembre se tutto va secondo i piani dovrei partire per l’Australia, in cerca di un lavoro tipo cameriere o pizzaiolo. è facile trovare un lavoro del genere come sento dire in giro? ho lavorato come pizzaiolo per 3 anni. E per quanto riguarda fare il cameriere mi pare che bisogni ottenere un certificato x vendere alcolici. sai se è possibile ottenerlo qui prima di partire?
    e link utili per trovare un appartamento?
    grazie!

    • Dome ha detto:

      Ciao Jack, in internet si trova di tutto, compreso chi vende per oro quello che non è. Chiaramente molte affermazioni hanno del “soggettivo”, per cui per taluni trovare un impiego è facile per altri meno. Se sai fare il pizzaiolo, nel vero senso del mestiere, e parli inglese allora la strada è in discesa. Per fare il cameriere non è necessario fare l’RSA, solo se sei barista. Comunque lo fai solo quando sei in Oz e ti porta via un pomeriggio.
      per trovare un alloggio quello che consiglio è di stare il periodo iniziale in ostello, poi una volta ambientati cercarsi casa. http://www.gumtree.com.au potrebbe essere un buon sito per cominciare a farsi un’idea di proposte e costi.
      Ciao!

      • Jack ha detto:

        Ho chiesto delle informazioni a visafirst e mi hanno detto che per lavorare nel settore della ristorazione bisogna avere la mastercard..ma altri mi hanno detto che non serve..quindi serve o non serve?:) inoltre per aprire il tax file number basta andare in qualsiasi banca e richiederlo giusto? bisogna sapere qualche altra pratica burocratica per cominciare a lavorare?
        grazie mille ancora!

        • Jack ha detto:

          scusa intendevo dire la GREEN card..

          • Dome ha detto:

            Ciao Jack, do per scontato che tu stia richiedendo il Working Holiday Visa. Per lavorare nel settore della ristorazione non hai bisogno di nessun attestato se non nel caso tu volessi servire alcolici (barman): a questo punto ti servirà l’RSA, un certificato che ti viene rilasciato dopo una mezza giornata di insegnamento seguito da un test. Nulla di complicato ed inoltre lo si può anche fare online.
            Appena arrivato quello che devi fare è aprire un conto in banca, richiedere il TFN direttamente dal sito http://www.ato.gov.au, comprarti una SIM per il telefono e fare richiesta della Medicare.
            Ciao!
            PS: la green card è la lotteria americana!

          • Jack ha detto:

            si ho richiesto il working holiday visa. Mi avevano detto quelli di visa.first che mi serviva la green card, ma a quanto pare mi hanno detto una cazzata. Quindi mi arrangio a far tutto invece che spendere soldi per i loro pacchetti. Grazie mille intanto!

  4. marco ha detto:

    Ciao 🙂 ….mi chiamo marco, ho 36 anni e volevo partire ad ottobre x l’australia per lavoro. Il mio interesse era di lavorare per alcuni mesi per esempio 6-7 per poi ritornare qua. Vorrei cercare lavoro nel settore sportivo visto che ci lavoro da sempre ed ho la qualifica universitatia di isef-scienze motorie. Come faccio col visto e col fatto che supero i trent anni di eta ? Mi costa quei 2500 euro ? Per chi ha oltre i 30 anni di eta stabiliti dal visto e’ piu difficile essere selezionati per un lavoro e per l ottenimento del visto
    ? grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Marco, perdona il ritardo nella risposta ma in questi giorni non ho internet e tempo sotto mano a disposizione.
      Se vuoi fare il lavoro “stagionale” in Australia, senza fare tanti giri di parole, hai sbagliato destinazione; in pratica per poter esercitare una qualsiasi professione in Oz bisogna avere tutta una serie di requisiti minimi che sono qualifiche ricercate dal governo, esperienza lavorativa e certificati di studi. Se soddisfi tutti questi punti allora puoi cominciare a pensare di trovarti un datore di lavoro disposto ad assumerti.
      Ciao!

  5. emily ha detto:

    ciao..sono una ragazza di 23 anni e questo settembre partirò per l’australia, precisamente atterrerò a melbourne. parto con il Working holiday visa e ho intenzione di rimanerci un anno (per ora!!!). sono un’infermiera laureata ma vado li per cercare qualsiasi tipo di lavoro, intanto per potermi mantenere le spese. poi, se trovo lavoro nel campo per cui ho studiato, tanto meglio… 🙂 sai se per gli infermieri la laurea è riconosciuta? bisogna avere qualche altro tipo di certificato?? posso lavorare come infermiera con il WHV?
    poi sto cercando alcune informazioni sull’assicurazione sanitaria: so che con il WHV ho 6 mesi di copertura gratuita, ma dopo cosa potrei fare? dubito che riuscirò ad uscire e rientrare dall’australia ed avere cosi altri 6 mesi.. che assicurazioni sono consigliate?come si fa?

    • Dome ha detto:

      Ciao Emily, col WHV non puoi fare l’infermiera perché devi essere registrata con il loro collegio ed avere requisiti d’inglese certificati IELTS. Detto questo la tua professione è particolarmente ricercata per cui semmai decidessi che l’Australia è il posto che fa per te sappi che esiste un visto apposito per gli infermieri.
      Per quanto riguarda la copertura sanitaria: volendo puoi uscire e rientrare dopo 6 mesi e riattivare la medicare. Eventualmente bisogna farsi delle assicurazioni private; qui si apre un mondo, io personalmente mi appoggio alle volte ad una online ma non mi è mai capitato nulla per cui non so quanto realisticamente affidabile sia 🙂
      Ciao!

  6. davide ha detto:

    Ciao Dome, complimenti per la competenza e la disponibilità. Sono Davide, 24 anni, dipl. scientifico, qualifica professionale ist. alberghiero, corso presso A.S.L. per libretto sanitario per lo svolgimento di attività professionali quali cuoco, pasticciere, pizzaiolo ecc; corso regione campania presso ist. alberghiero per “pizzeria e rosticceria”; ottime referenze professionali certificate da “F.li la Bufala pizzaioli migranti”, Grand Hotel 5 stelle Amalfi, 2 pasticcerie di “eccellenza napoletane”. Buona conoscenza dell’inglese. La mia ragazza: 25 anni, dipl. scientifico, esperienze lavorative non certificate nel settore commercio/turistico. Buona conoscenza inglese. Una parte della mia famiglia, con il mio stesso cognome, vive da 40 anni in Australia, dove tra Sidney e Brisbane è proprietaria di vari “Famous Italian Restaurants”. Uno di questi zii, sta realizzando all’interno di un suo ristorante, un angolo di “tipica pizzeria napoletana” per cui ha invitato me, quale napoletano esperto di pizzeria tipica ad entrare a far parte e a gestire questo progetto, proponendosi all’occorrenza anche come mio sponsor e inviandoci la somma di danaro occorrente per acquistare il biglietto di andata per me e la mia fidanzata, con la quale ho un rapporto stabile da più di 4 anni, certificato da foto, testimonianze, e creazione datata 8 gennaio 2012 di pagina web e book fotografico per la realizzazione di “Decorated Cakes” a tema. Entrambi abbiamo chiesto e ottenuto IL WHV.
    1°domanda: è vero che, ovviamente PRIMA DELLA SCADENZA del primo WHV, è possibile ottenere il rinnovo se mio zio riesce in tempo utile a completare presso le autorità locali la procedura di sponsorizzazione, senza che io debba lavorare i famosi 88 giorni in una farm??
    2°domanda: è vero che la mia ragazza potrebbe così ottenere anche lei il rinnovo beneficiando del “de facto visa” senza i famigerati 88 giorni??

    3°domanda: è vero che la procedura che dovrebbe seguire mio zio presso le autorità locali è difficile e costosa??
    P.S.
    Ti ringrazio anticipatamente e ti prego se potessi ricevere una risposta prima di effettuare la prenotazione del volo per la nostra partenza che è prevista tra il 5 ed il 10 settembre 2013.

    Ciao,
    Davide.

    • Dome ha detto:

      Ciao Davide, andiamo diretti alle risposte:
      1) Se vuoi rinnovare il WHV, ovvero ottenere il famigerato “secondo WHV” devi per forza fare 88 giorni in uno dei lavori presenti in questo articolo. Se durante i 12 mesi di WHV tuo zio riuscisse a mettersi in regola per sponsorizzarti allora dovrai preoccuparti di passare l’esame IELTS e dell’approvazione del nuovo visto.
      2) Nel momento in cui si fa richiesta dello sponsorship visa bisogna allegare anche la richiesta del Partner Visa per la tua ragazza, in modo che anche lei potrà rimanere con te in Australia e godere degli stessi diritti del tuo visto, ossia lavorare senza limitazioni.
      3) Tuo zio dovrà appoggiarsi ad un migration agent (ok, non è obbligatorio ma caldamente consigliato per non incappare in errori burocratici) per preparare tutte le carte necessarie: i tempi minimi sono di un paio di mesi ma spesso si va oltre; i costi sono ben definiti dal dipartimento di immigrazione (vedi link), a cui si aggiungono le fees di richiesta (alcune centinaia di dollari) e il costo della prestazione dell’agente d’immigrazione.
      Ciao!

      • davide ha detto:

        Ciao Dome, grazie per la rapidità delle risposte e scusa se approfitto ancora della tua disponibilità con altre domande:
        1°) tu quindi, mi confermi, che con la procedura di partner visa, la mia ragazza otterrebbe il rinnovo WHV senza i famosi 88 giorni??
        2°) durante il secondo WHV esiste lo stesso limite dei sei mesi di lavoro presso il medesimo datore o limiti di altro genere??
        3°) la residenza permanente si può chiedere soltanto alla fine del secondo WHV, o anche prima che esso scada?? La procedura per la richiesta della residenza permanente è lunga e laboriosa anch’essa??
        4°) infine, se noi decidessimo di non partire più, esiste una procedura per la rinuncia al visto e di conseguenza per la richiesta di rimborso anche parziale dei soldi spesi per ottenerli??
        Ti ringrazio ancora e scusami per la varietà dei quesiti.
        Ciao, Davide.

        • Dome ha detto:

          Ciao Davide, nessun disturbo nel rispondere:
          1) ti confermo che con un partner visa la tua compagnia ottiene lo stesso visto col quale tu vieni sponsorizzato, no un secondo WHV. Se lo desidera deve farsi i celeberrimi 88 giorni.
          2) il secondo WHV è esattamente identico al primo, quindi deve rientrare con l’età e non può lavorare per più di 6 mesi per lo stesso datore di lavoro. Può eventualmente lavorare di nuovo per un datore di lavoro con cui ha lavorato durante il primo WHV.
          3) la residenza permanente non si può richiedere al termine del WHV.
          4) non si può essere rimborsati.

          Ciao!

          • davide ha detto:

            Ciao Dome, e scusami perchè ho fatto una gran confusione.
            Ricominciamo: se mi sponsorizzano, io ottengo uno “Sponsored Visa”, e di ciò ne beneficia anche la mia ragazza, senza gli 88 giorni. Ok?? Domanda: uno sponsored visa ha una durata di tempo limitata, e quali altre limitazioni prevede??
            Ti ringrazio ancora.

          • Dome ha detto:

            Se prendi lo sponsor bisogna far rientrare anche la tua compagna nell’application in modo che anche lei benefici del tuo visto e dei diritti di lavorare.
            Uno sponsorship visa ha una durata minima di un giorno fino a 4 anni. Questo dipende dal contratto lavorativo che andrai a firmare col datore di lavoro. Semmai dovessi recidere la collaborazione per un qualche motivo e ti ritrovo senza lavoro hai tempo un mese per trovarti una nuova occupazione altrimenti dovrai lasciare il Paese.
            Aggiungo dicendo che dopo due anni dall’ottenimento dello sponsor potrai far richiesta della residenza e a quel punto svincolarti dalle restrizioni di uno sponsorship visa.
            Ciao!

  7. Giuseppe ha detto:

    Ciao dome e scusa del disturbo io arrivò a Melbourne ad ottobre e sono di napoli secondo te poike sn in grado di fare la pasta per le pizze di realizzare una pizza e di cuocerla e inoltre so fare tutte le mansioni di un pizzaiolo si riesce a trovare lavoro come pizzaiolo o aiutante,cosa mi consigli? E poi una seconda domanda per favore ma a Melbourne c’è possibilita di fare provini di calcio per esempio in squadra di 2 e 3 lega? Grz in anticipatamente

    • Dome ha detto:

      Ciao Giuseppe, se sei capace a fare il mestiere allora non avrai grossi problemi a trovare lavoro se non per il tuo inglese: inutile dire che bisogna parlare la lingua. Se ti trovi in questa situazione considera che all’inizio avrai qualche difficoltà in più.
      Per quanto riguarda il calcio non ti so dire se non che Melbourne è la città più sportiva d’Australia.
      Ciao!

  8. Laura ha detto:

    Ciao, io ho qualche domanda sul visto de facto.
    Io sono a melbourne da gennaio con un WHV da aprile ho una relazione con un cittadino australiano. Il mio visto scadra il prossimo gennaio e penso che tornerò in italia e vorremmo poi fare l’applicazione per il de facto.
    Non abbiamo mai vissuto insieme quindi non abbiamo bollette o conti cointestati. Sull’applicazione c’e scritto di presentare documenti che testimonino che la relazione è genuina. Cosa si intende per l’esattezza? E quanto tempo ci vuole dall’applicazione all’ottenimento del visto e quindi poter rientrare in australia? Qualuno nella stessa situazione potrebbe illuminarmi su altre soluzioni per ottenere un visto per rimanere
    Grazie mille
    Laura

    • Dome ha detto:

      Ciao Laura, il De Facto Visa è un po’ delicato nel senso che i requisiti per ottenerlo sono abbastanza rigidi. Vado a memoria ma mi pare che la relazione debba essere di almeno 12 mesi e argomentata da foto, lettere, email, amici in comune, testimonianze e via dicendo.
      Il visto viene concesso dopo che le prove della relazione vengono approvate ma non ti so indicare il tempo preciso poiché non ho esperienza indiretta a cui fare riferimento. L’unica cosa che mi sento di consigliarti è di passare da un migration agent prima di gennaio per capire se c’è la possibilità di richiederlo prima della scadenza del WHV o comunque sapere a cosa si va incontro per meglio prepararsi.
      Ciao!

  9. Mario Pellicci ha detto:

    Gentile Domenico, mio nipote laureato in medicina, vorrebbe fare un’esperienza in Australia e vorrebbe chiederti:

    – L’abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo (Esame di Stato) conseguita in Italia vale in Australia?
    – L’abilitazione conseguita in Italia e “convalidata” nel Regno Unito ha valore in Australia?
    – Una volta conseguito il diploma di laurea in Medicina e Chirurgia in Italia come è doveroso procedere per intraprendere un percorso di specializzazione in Australia? Qual è il percorso burocratico da seguire?
    – E per fare il medico di famiglia (gli anglosassoni lo chiamano GP = General Practitioner, ma non so come lo indichino gli australiani)?
    – Sono necessari certificati di lingua (IELTS, ecc.)? Se sì, quali e con quale punteggio?
    – Risulta possibile eseguire un periodo di studio/lavoro associato ad un praticantato in ospedale con una minima retribuzione senza avere la specializzazione ma dopo aver conseguito la laurea in Italia?
    – Qual è il percorso più breve per svolgere qualcosa di temporaneo, magari in un ospedale minore, in modo da accumulare esperienza e familiarizzare con il sistema sanitario locale?

    Grazie mille per la gentilezza e l’attenzione

    • Dome ha detto:

      Ciao Mario, per poter fare il medico in Australia bisogna registrarsi al loro collegio; il collegio richiede dei requisiti minimi ossia la convalida del titolo di studio ed esame IELTS di almeno 7. Per quanto riguarda al visto i medici hanno una via preferenziale, ossia un visto ad hoc, dal momento che c’è ancora un’alta richiesta: a questo link si può leggere i dettagli a riguardo.
      Avere l’abilitazione per gli UK semplifica un po’ il processo di validazione del titolo di studio rispetto a quello italiano.
      Se si vuole proseguire gli studi con una specialistica bisogna richiedere un visto di tipo student e la cosa forse si complica dal punto di vista economico (le rette universitarie sono di almeno $12000/year). Per ottenere delle borse di studio servirebbe una lettera di raccomandazioni di un suo professore che magari già conosce il collega australiano.
      So di aver dato informazioni un po’ confuse ma è lo specchio delle mie conoscenze dal momento che non ho esperienze in merito ai medici.
      Ciao!

  10. Sara Saccon ha detto:

    Ciao Domenico, ti scrivo perché tra non molto partirò per Sydney (ho un WHV) e mi servirebbe il tuo aiuto per quanto riguarda 3 cose:
    1. Attualmente possiedo un bancomat con circuito Maestro. Sai per caso dirmi se con tale circuito riesco a prelevare facilmente? Per lo meno a Sydney…poi una volta arrivata li conto di aprirmi un c.c. australiano.
    2. Come funziona la connessione internet li in Australia? Te lo chiedo perché ho sentito persone che dicono che li la connessione internet, oltre ad essere carissima…é anche poco diffusa…o meglio…non ci sono tantissimi internet point come qui da noi. Se ciò fosse vero, posso chiederti tu come ti sei regolato quando eri li? Io pensavo di portarmi giù un tablet 2g ( con sola connessione wirless) dici che mi possa bastare, magari collegandomi direttamente al mio cellulare, oppure é meglio che me ne prenda uno 3g (con la sim)?
    Grazie ancora di tutto,
    Ciao

    • Dome ha detto:

      Ciao Sara, rispondo seguendo il tuo ordine:
      1. In teoria si, non dovresti avere problemi, l’unica cosa è che dovresti controllare che direttamente in banca se il tuo bancomat è attivato per il prelievo/pagamenti in area extra SEPA. Dico questo perché se non sbaglio ci sono stati delle leggi recenti che hanno cambiato un po’ le carte in tavolo in discorso sicurezza/truffe.
      2. Forse non lo sai ma sono stati proprio gli australiani ad inventare il così detto Wi-Fi. Comunque, il problema maggiore con internet è quando ti ritroverai ben lontana dai centri abitati, nel senso proprio in mezzo al bush. Mi stupirei se ci fosse campo ad oggi. Se rimani in aree abitate internet lo troverai ovunque.
      Di internet cafê ce ne sono tanti e forse te li sconsiglierei perché costosi nel lungo periodo, meglio avere uno smartphone o, come ero abituato, una chiavetta internet da collegare direttamente al portatile. Mi ha scritto ieri un amico dicendo che ha acquistato una sim nuova della optus che con $2/day ha chiamate e messaggi illimitati e 500MB. Ovviamente si trovano tanti altri piani telefonici, c’è solo il gusto della scelta.
      3. Il terzo dilemma invece qual è? 🙂

      Ciao!

  11. Eleonora ha detto:

    Ciao dome volevo chiederti un altra informazione!!!posso farmi spedire un pacchetto dall Italia alle poste Australiane??

    • Dome ha detto:

      Ciao Eleonora, certo che puoi farti spedire un pacco in Oz. Non mi hai spiegato quale sia la tua situazione o la tua necessità ma basta che dai il tuo recapito al mittente e sei apposto, dopo di che devi solo attendere il postino che ti suoni alla porta.
      L’unica cosa che bisogna stare attenti è che il mittente scriva correttamente e chiaramente il contenuto del pacco così da rendere meno meticolosi i controlli della dogana australiana.
      Ciao!

  12. Marina ha detto:

    Ciao Dome,
    sono Marina, 23 anni, holder di un working holiday visa. Ho contattato il centro TAFE della cittadina dove vivrò per un anno, ma a quanto pare non posso iscrivermi a nessun corso a causa del limite di 4 mesi del mio visto. Io l’inglese lo so già, perciò non cerco un corso di 4 mesi per impararlo, ma un corso che mi dia l’opportunità di ottenere un certificato. Secondo te devo cambiare il visto in “student”?
    Seconda domanda: credi che debba cercare un’assicurazione prima di partire o anche quando arrivo lì con calma?
    Grazie!! 🙂

    • Dome ha detto:

      Ciao Marina, se vuoi iscriverti ad un Vocational Course devi avere uno student visa poiché i corsi superano la durata dei 4 mesi di studio concessi ai possessori di un WHV. Come mai hai fatto richiesta di quest’ultimo anziché del visto corretto? Perché se cambi perdi l’occasione di utilizzare il WHV, non te ne verrà concesso un altro.
      Requisito per ottenere uno student visa è anche quello di sottoscrivere un’assicurazione privata (intorno ai $500/year se non ricordo male).
      Ciao!

      • Marina ha detto:

        Perche mi chiedi? Eh… era quello che mi permetteva di lavorare di piu senza limiti di ore a settimana come lo student. In piu all epoca (dicembre 2012) mi ero appena laureata. Ora aprendo gli occhi e chiedendo ad amici del posto mi e’ stato consigliato il TAFE.
        Cosa faresti al mio posto?

        • Dome ha detto:

          Ti domando per capire al meglio la tua situazione. Quindi in pratica tu eri partita per l’Australia senza una vera idea di iscriverti ad una scuola mentre ora, probabilmente perché vorresti rimanere il più a lungo in Oz, stai cercando un corso al quale iscriverti. Però il tuo WHV è in scadenza a breve e le scuole riaprono le lezioni dopo la pausa estiva, diciamo verso febbraio. Quindi avresti tutto il tempo di cambiare il visto in student allo scadere dell’attuale (magari passando per un turistico per il mese di gennaio se non ti approvano un bridging visa).
          Inoltre se vuoi iscriverti al TAFE o a qualsiasi altra scuola che offre Vocational Courses, per gli studenti stranieri c’è un limitato numero di corsi da cui scegliere per cui poni attenzione anche su questo.
          In quale città stai cercando?
          Ciao!

          • Marina ha detto:

            Scusa ho scritto io male il “perchè mi chiedi” … ho dimenticato una virgola per strada dopo il perchè 😛
            Io sono già stata in Oz nel 2011 come turista x 3 mesi dove ho fato la nanny nell’outback. Quando sono tornata ho deciso che dopo essermi laureata, sarei partita. Il visto working holiday è stato accettato a gennaio 2013, ma sono ancora in Italia e ho il biglietto a fine mese x Syd.
            Chiedendo in giro mi è stato vivamente consigliato di tenermi ben stretto il WHV e solo al suo scadere chiedere lo student. Ma questo vorrebbe dire perdere un anno in cui, si che faccio la nanny, ma stare con le mani in mano mi disturba parecchio. La mia idea era studiare mentre i bimbi erano a scuola. Ma adesso non so a chi rivolgermi. Il TAFE del posto in cui andrò (Leeton – Griffith) mi ha detto che non posso far niente causa i 4 mesi di limite x lo studio…
            Mo che faccio??

          • Dome ha detto:

            Prova a scrivere a questo indirizzo per avere conferma che se non entri in Oz dopo un anno dalla richiesta puoi richiederlo nuovamente purché rientri ancora nei requisiti. Ciò significa che dovresti rinviare la partenza e richiedere direttamente lo student visa. Il corso inizierà a Febbraio immagino per cui con le date dovresti esserci.
            L’unica è chiedere direttamente alla fonte, solo loro ti possono dire se c’è una qualche ragionevole soluzione.
            Ciao!

          • Marina ha detto:

            Grazie mille dei consigli, Dome!
            Ho scritto una mail e ora vediamo che dicono.
            Ho un’altra domanda da porti: cosa mi consigli di fare per un’assicurazione che mi copra in Oz? Mi conviene farla qui in Italia o informarmi appena arrivo?

          • Dome ha detto:

            Ciao Marina, se rimani col WHV credo tu sia coperta dal Medicare. Se passi allo student visa sei obbligata a fare un’assicurazione privata con le agenzie nazionali che hanno costi praticamente fissi. Considera che hai una spesa intorno ai $500/year ma non entro nello specifico su cosa sei coperta perché devo ancora informarmi adeguatamente. Più o meno una copertura simile alla Medicare ma prendi questo paragone con le pinze.
            Ciao!

  13. rachele ha detto:

    vorrei sapere cosa posso spedire a mio figlio a sidney, vorrei una lista dettagliata se è possibile, mio figlio ha fatto il WHF era coperto per le spese mediche? gli abbiamo fatto un’assicurazione privata dall’italia, era necessaria?

    • Dome ha detto:

      Ciao Rachele, leggi cosa non si può spedire in Australia per una lista dettagliata. In linea generale si può spedire di tutto purché non siano cose alimentari e che siano pulite.
      Con il WHV si è coperti dal Medicare per i primi 6 mesi, estensibili ad altri 6 mesi se si esce e rientra in Australia.
      Ciao!

  14. Giordano ha detto:

    Ciao Dome,

    torno a disturbarti…
    Ormai in Oz ci sono! Stupidamente però in Italia non ho fatto la patente internazionale, ora sto organizzando il viaggio in NZ e avrò necessità di noleggiare la macchina…sai quali step devo seguire per fare la patente internazionale da qui? (Syd)
    Su due piedi mi vien in mente di recarmi al Consolato italiano…

    Grazie mille!

    G.

    • Dome ha detto:

      Ciao Giordano, potrebbe anche non essere necessario la patente internazionale per noleggiare l’auto in NZ in quanto quella europea viene riconosciuta, ma questa è solo una mia impressione. Dovresti andare in ambasciata che è in zona Circular Quay. Altrimenti un workaround potrebbe essere quello di farti la patente AU e usare in NZ: costava intorno ai $30 alcuni anni fa, basta compilare un form, mostrare l’attuale patente e un’oretta di coda.
      Ciao!

  15. graziella ha detto:

    Ciao Dome,vorrei spedire un pacco a mia figlia che vive a surfers paradise.scarpe,profumo, piadina,visto che abitiamo in Romagna,naturalmente sotto vuoto,biscotti,conserva di pomodoro,vino,e una bott.di Sambuca.sigarette,due stecche..glieli posso spedire o troverà difficoltà in aeroporto x la dogana?grazie mille!!E….Buon Natale!!

    • Dome ha detto:

      Ciao Graziella, hai letto l’articolo riguardo a cosa non si può spedire in Australia? Trovi tutte le indicazioni che fanno al caso tuo. Controlla che i biscotti non eccedano con il limite delle uova e del burro. Inoltre per le sigarette c’è una soglia massima di 50 pezzi o 50 grammi di tabacco, per cui le due stecche non le potrai inviare o ti verranno confiscate.
      Ciao e buon natale!

  16. Bledar ha detto:

    Ciao Dome, sono albanese, ho 41 anni e vivo in Italia da 22 anni ma non ho la cittadinanza italiana.
    Sono operaio specializzato metalmeccanico e con pluriennale esperienza nell’uso di macchinari (frese anche grossissime e torni ) a controllo numerico. Secondo te avrei qualche speranza di trasferirmi definitivamente in Australia e quale dovrebbe essere l’iter da seguire ?
    Potrei spedire il CV a qualche agenzia per il lavoro? Mi piace moltissimo l’idea ma non saprei da dove bisognerebbe cominciare. Grazie mille.

    • Dome ha detto:

      Ciao Bledar, il problema principale è la lingua inglese, la devi saper parlare bene, anzi la devi certificare con un test di inglese che si chiama IELTS. Se passi il test con i voti richiesti allora si potrà pensare di cercare un datore di lavoro disposto ad assumerti (sponsorship). Io non posso darti informazioni più dettagliate perché non è il mio lavoro, difatti ti consiglio di contattare un migration agent, l’esperto del campo che saprà dirti cosa fare esattamente.
      Ciao!

  17. michela ha detto:

    ciao dome, intanto volevo ringraziarti per la tua pazienza e la disponibilità! grazie.
    allora io ho 35 anni e il mio compagno 34, abbiamo due figlie, il mio lavoro rientra nella lista sol, ma volevo chiederti: non avendo uno sponsor, non potendo partire prima io per motivi che non posso spiegare, le mie domande sono: se partiamo tutti e 4, quale visto dovremmo richiedere? Lo scopo sarebbe che una volta arrivati in australia io e il mio compagno cerchiamo lavoro, ma se fosse il mio compagno a trovare un lavoro che non rientra nella lista sol, e fosse fortunato da ottenere un contratto di 2 anni, potremmo richiedere la residenza? oppure se il mio compagno partisse prima, e trovasse lavoro anche come lavapiatti, che ovviamente non rientra nella lista, sempre con un contratto per due anni, ci potrebbe chiamare per richiedere la residenza definitiva per tutti? abbiamo contattato un agent migration, ma ovviamente tanti dubbi e domande ci sono venute in mente, dopo aver chiuso il collegamento skype!!! grazie di cuore e buona giornata

    • Dome ha detto:

      Ciao Michela, per pensare di poter richiedere uno sponsor bisogna prima rientrare nella CSOL con la professione, avere poi tutti i requisiti minimi (come l’inglese) e a quel punto ci si cerca un datore di lavoro disposto ad assumerti. Solo a quel punto si fanno partire le carte per la richiesta del visto. Se invece la tua professione rientra nella SOL list, altrimenti detto visto a punti, allora la cosa è più semplice poiché basta avere i requisiti e si prende il visto lavorativo senza problemi di residenza (l’ho semplificato parecchio ma più o meno questo è il meccanismo). Per tanto se tuo marito dovesse trovare lavoro come lavapiatti non c’è speranza che possa prendere un visto.
      Quindi le speranze di potersi muovere in Australia gravano essenzialmente sulle tue spalle. Senza voler essere impertinente, quale sarebbe la tua professione? Magari posso darti una mano.
      Ciao!

  18. monica ha detto:

    ciao Dome
    ho bisogno del tuo aiuto.
    ho 36 anni e lavoro nel turismo da 10 ani parlo inglese, francese, italiano ho già mandato dei CV e mi hanno dimostrato interesse se non fosse che non ero lì per lavorare con loro. a questo punto, visto che un paio di agenzie sarebbero interessate per farmi fare da guida posso considerare l’idea di andare lì con un visto turistico e poi cambiarlo in seguito magari con uno di loro che si offre come sponsor?
    hai qualche suggerimento per me?
    grazie in anticipo.

    • Dome ha detto:

      Ciao Monica, perdona l’incredibile ritardo nel risponderti ma sono in viaggio e internet non è praticamente mai disponibile!
      Andando al dunque: se non sbaglio la tua professione rientrerebbe nella CSOL e quindi potresti essere sponsorizzata per fare il tuo lavoro. Tuttavia avrai bisogno di sostenere l’esame IELTS per rientrare con i requisiti minimi richiesti per il visto. Non è una cosa automatica però, nel tuo invio fi CV avevi anche menzionato che non hai un visto regolare per lavorare in Oz? Questo di solito è uno bello spartiacque per capire se l’offerta alla tua domanda è realmente ricercata.
      Ciao e scusa ancora!

  19. Davide ha detto:

    Ciao Dome sono Davide e ho 30 anni.
    Sono in possesso del WHV e arriverò a Perth (maddington) il 15/01/2014 ospitato dai miei zii.
    Da quanto ho capito posso stare solo 12 mesi.Come potrei fermarmi di più?
    Io parlo Inglese e Spagnolo fluente e tedesco e francese a livello comprensivo ho lavorato 9 anni nei villaggi turisici,ho avuto un bar x 2 anni e sono capace di fare il macellaio.
    Come posso sfruttare queste skills?
    Dove trovo un lavoro appopriato?
    Quale cose devo fare x prime x poter lavorare (cod.fiscale?conto australiano?assistenza medica?)
    Ultima cosa,è vero che posso lavorare solo 20 ore a settimana?Quanto pagano?
    Grazie anticipatamente.

    • Dome ha detto:

      Ciao Davide, intanto meglio se ti dai da fare lavorando per avere il secondo WHV in modo da poter rimanere per 2 anni. L’unica cosa è che dovrai fare richiesta del secondo visto prima di compiere i 31 anni (magari vista la tua età non ce la fai lo stesso).
      Per poter rimanere più a lungo potresti cercare di farti sponsorizzare ma la professione deve per forza rientrare nella CSOL (googlala). Che io sappia il macellaio rientra ma non so come fai a dimostrare di essere un professionista: in questi casi comunque è bene dedicarsi al supporto di un migration agent.
      Con il WHV hai bisogno di aprirti un conto in banca, di richiedere il TFN (lo fai online dal sito ato.gov.au), di una SIM australiana e poi del Medicare. Inoltre con tale visto puoi lavorare senza limiti di tempo fino ad un massimo di 6 mesi per lo stesso datore di lavoro.
      Ciao!

  20. martina ha detto:

    Ciao sono martina e ho 27 anni, ho un compagno (27anni) e nostro figlio (3) .. noi saremo interessati ad andare in Australia per lavoro, però non mi rirsce trovare un viso giusto per noi…potreste darmi un consiglio? .. secondo me la meglio sarebbe farci chiamare dal datore di lavoro ( lavoro trovato) solo che volevamo vedere se c’erano altri visti perche bon volevo esser già dall inizio un ” peso”.. vorrei farcela da sola…grazie bye

    • Dome ha detto:

      Ciao Martina, per poter prendere un visto lavorativo dovete avere qualifiche, studi ed esperienze lavorative che rientrano nelle liste SOL e/o CSOL. Senza questi non c’è modo di trasferirsi in Australia.
      Ciao!

  21. andrea ha detto:

    ciao Dome sono Andrea ,ho 37 convivo e ho 3 figli.ho vissuto in australia colwhv nel 2004-2005 e adesso vorrei ritornare con la famiglia ma vista la mia età 37 anni mi risulta difficile.il mio mestiere è il pizzaiolo che faccio con amore da molti anni .l’unico problema è come possa trovare un lavoro o meglio uno sponsor senza dover venire in australia o meglio come possa entrare in australia per poterci vivere.ho anche dei parenti che si sono dimenticati della famiglia italiana e non ne vogliono sapere.
    ti ringrazio per qualsiasi risposta
    andrea

    • Dome ha detto:

      Ciao Andrea, la cosa migliore da fare è entrare in Oz come turista e cercarsi lavoro in quei 3 mesi a disposizione. Dall’Italia non trovi modo di poter trovare lavoro. Non è impossibile ma bisogna darci veramente sotto: considerati fortunato di avere un professione che è sponsorizzabile.
      Ciao!

  22. Carmine ha detto:

    Ciao Dome, tra poco inizio a lavorare in una pizzeria come pizzaiolo. Devo fare l’RSA, mi chiedevo se lo posso fare online? Conosci qualche sito?oppure devo frequentare un corso? grazie in anticipo.

    • Dome ha detto:

      Ciao Carmine, l’RSA non è necessario se fai il pizzaiolo ma solo se servi alcolici ai clienti. L’RSA si può fare online ma non in tutti gli stati: che io sappia è possibile nel NSW e nel VIC.
      Ciao!

  23. Giulia ha detto:

    Buon giorno Dome,

    mi servirebbero informazioni approfondite riguardo a questi punti:

    – come ottenere il secondo visto working holiday visa

    – in cosa consiste il RIMBORSO TASSE

    – informazioni dettagliate riguardo al conto in banca australiano e alle tipologie di carte di credito/ bancomat o carte prepagate da poter utilizzare in Australia

    – soglia minima di denaro da dimostrare di essere in possesso quando si arriva in Australia

    – in cosa consiste il pacchetto KICKSTART AUSTRALIA

    – in che modo visafirst ti aiuta e supporta nella ricerca di un lavoro e sopratutto è facile trovare impego e quali sono mediamente i tempi per trovare un lavoro

    – in cosa consiste la patente di guida internazionale (Idl) e se è obbligatoria

    – in cosa consiste dettagliatamente il SERVIZIO DI ESTENSIONE

    – c’è un periodo migliore per partire per l’Australia o comunque un periodo che consigliate ?

    – per quanto riguarda l’assicurazione sanitaria è possibile farla in autonomia o servono requisiti specifici e particolari per la validità della assicurazioni in Australia?

    – sapreste indicarmi un sito affidabile o che voi consigliate su cui posso informarmi riguardo ai voli per l’ Australia?

    Cordialità.

    Giulia.

    • Dome ha detto:

      Ciao Giulia, premetto che non ho idea di cosa siano alcune cose di cui mi domandi, probabilmente sono offerte/pacchetti di specifiche agenzie quali la VisaFirst da te citata. Per quello che posso ti rispondo di seguito:
      – hai letto il post su come rinnovare il WHV? Li c’è la spiegazione su come affrontare gli 88 giorni di lavoro richiesti dal governo.

      – Il TaxBack serve a farsi tornare indietro parte delle tasse che il tuo datore di lavoro ha già versato a tuo nome. In Australia si viene tassati con aliquote alte, poi sta a te fare la dichiarazione e farti tornare i tuoi soldi.

      – Per lavorare oltre a richiedere il TFN (Tax File Number http://www.ato.gov.au) ti serve anche il conto bancario dove ti verrà depositato lo stipendio. Segui il tuo intuito ed apri un conto con la banca che più ti ispira fiducia: tanto per gli stranieri hanno conti identici. Ti serve il passaporto, un numero di telefono australiano (comprati una sim) e l’indirizzo dove alloggi per farti recapitare la debit card. Quest’ultima non è altro che una mezza via tra un bancomat e una carta di credito: ritiri e paghi prelevando i soldi dal tuo acconto (savings) ma ti permette anche di fare acquisti in internet come se fosse una carta di credito (ha i numeri stampati e il tuo nome per intenderci).

      – Dal sito http://www.immi.gov.au c’è scritto letteralmente che ti potrebbe essere chiesto di dimostrare di avere a disposizione $5000. Non è mai successo che a qualcuno gli sia stato chiesto il conto corrente ma personalmente io consiglio di partire con almeno 2000 Euro per affrontare le spese iniziali nel frattempo che si cerca un lavoro.

      – Non so cosa sia questo kickstart

      – Le agenzie di norma ti aiutano a stilare il CV/Resume ma fino ad oggi non ho mai sentito di nessuna che ti procura il lavoro; al massimo possono consigliarti dove andare a domandare. La migliore cosa da fare è vestire un buon paio si scarpe e passare a tappeto tutti i posti che si incontrano. Personalmente eviterei di rimanere nella city ma cercherei nelle suburbs limitrofe che sono meno frequentate dai backpackers.

      – La patente di guida internazionale non è altro che una traduzione in inglese in cui si dichiara che hai conseguito la licenza di guida e sei autorizzata a guidare una determinata classe di veicoli. In Australia però la nostra patente europea è riconosciuta per cui non c’è necessità di farsi quella internazionale.

      – Non ho idea di cosa sia il servizio di estensione. Se mi dici dove l’hai letto posso poi darti un mio parere.

      – Io consiglio di partire tra settembre e ottobre quando in downunder inizia la primavera (primo di settembre) e cominciano ad aprirsi le attività estive, ergo richiesta di lavoratori stagionali.

      – Per i primi 6 mesi c’è lacopertura sanitaria Medicare; al termine o ti fai una privata (anche online come la worldnomads) o esci e rientri in Oz per attivare altri 6 mesi. Non servono requisiti specifici per noi Italiani in quanto esiste una convenzione tra Paesi.

      – Io di solito uso http://www.skyscanner.it per farmi un’idea sui voli, poi se trovo qualcosa di interessante vado direttamente sul sito della compagnia aerea. Alle volte si risparmia se si parte da Londra. In linea generale un prezzo di sola andata sui 700 euro è buono così come di 110 per un a/r.

      Ciao!

  24. Gretel ha detto:

    Ciao Dome,
    Prima di tutti complimenti per il sito e per la disponibilità che dimostri rispondendo a tutti. Il mio ragazzo con il quale convivo lavora per una multinazionale informatica qui in Italia , ha iniziato un processo per spostarsi sempre all’interno della ditta ma in un altro settore e in Australia. È solo all’inizio dei colloqui, e le cose potrebbero anche non andare in porto ma per evitare brutte sorprese o separazioni abbiamo deciso di iniziare a informarci. Se lui prendesse il visto lo potrebbe richiedere anche per me come partner mi sembra di capire, però bisognerebbe dimostrare la relazione (tipo conto in banca comune giusto? ) oppure dovremmo sposarci giusto?. La mia preoccupazione principale è: poi io potrei cercare lavoro in Australia? Con delle limitazioni? Io sono ingegnere edile e lavoro in questo campo qui da circa un anno e mezzo, però il mio sogno andando all’estero sarebbe di aprire un attività di oreficeria (campo in cui mi sto formando con corsi nei week-end) vorrei iniziare vendendo online, potrei aprire una sorta di partita iva (non so qual’è l’equivalente australiano )con il visto come partner?. Abbiamo entrambi quasi 28 anni. Grazie mille

    • Dome ha detto:

      Ciao Gretel, se lui prende un visto lavorativo tu puoi seguirlo con il Partner. A quel punto sei libera di lavorare dove e quanto vuoi, non ci sono limiti.
      L’equivalente della nostra PIVA è l’ABN e lo puoi aprire senza problemi.
      Ciao!

  25. Massimo ha detto:

    Ciao Domenico,

    ho 29 anni e fra una settimana parto per Perth. Purtroppo mi è venuto un male cane alla spalla destra (sfiga nera!). Sto prendendo antidolorifici e cmq ho intenzione di partire questa volta (già una volta ho rimandato). Volevo chiederti se sai come sono gli ospedali in Australia. Avendo la convenzione x 6 mesi se dovessi avere ancora male come sono i medici di base? o cmq come si viene trattati negli ospedali? qua on Italia ancora un po sai più tu del medico e una visita devi aspettare 6 mesi x fartela..li com’è la situazione?? e per quanto riguarda i costi?? basta la medicare ocmq le visite sono costose? scusa le domande arraffica ma i’m really concerned about it…

    • Dome ha detto:

      Ciao Massimo, mi spiace per l’inconveniente; personalmente ti direi di andare da un agopuntore prima di partire così ti dimentichi dei dolori! Domanda un po’ tanto difficile da rispondere, troppo random per dire che troverai buoni medici, è un po’ come da noi, se ti va bene trovi uno capace senno ti devi adattare. Di Sydney potrei avere anche idea del livello delle strutture ma di Perth non saprei proprio.
      Se ti dovesse capitare di aver bisogno del medico con la Medicare ottieni il rimborso parziale/totale della spesa che hai sostenuto. I costi delle visite sono come da noi.
      spero di averti dato un quantomeno idea globale della situazione sanitaria in Oz.
      Oh, il consiglio dell’agopunture è vero, te lo dico per esperienza.
      Ciao!

  26. Massimo ha detto:

    Graziee mille della risposta Domenico! Sto facendo iniezioni di antidolorifici ecc e va un po meglio anche se il dolore permane! Purtroppo non ho il tempo di andare da un agopuntore..parto fra qualche giorno…spero tanto passi con il tempo…che posso fare
    ..ti ringrazio tanto ancora delle info e del consiglio, ne terrò conto!!!

    Max

  27. Alexenicoletta ha detto:

    Ciao volevo farti una domanda importantissima.io e la mia fidanzata stiamo per partire x l’Australia.io ho 26 anni e ho fatto il whv mentre lei avendone 37 ha dovuto fare un visto turistico e-visitor di 3 mesi.xke abbiamo problemi con le famiglie e nn abbiamo avuto tempo x fare quello da studente.lei ha tanta paura che io riesco a trovare lavoro e poter restare mentre lei scaduti i 3 mesi dovrà andare via da me.questa cosa ci devasta xke ci amiamo davvero e vogliamo vivere insieme.mi aiuti con qualche consiglio x come ci possiamo comportare una volta partiti??grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Alex, lei può estendere il suo visto turistico alla scadenza oppure riavere altri 3 uscendo e rientrando in Australia.
      Altrimenti l’alternativa è passare ad uno student visa (così può anche lavorare in regola).
      Ciao!

  28. Alexenicoletta ha detto:

    può avere possibilità che qualcuno la possa assumere anche con il visto di turistico??e lo student può anke farlo direttamente la??grazie domenico

    • Dome ha detto:

      Con il turistico lei non può lavorare ma qualche lavoretto in nero lo potrebbe trovare lo stesso. Lo student lo può fare da la senza dover uscire.
      Ciao!

  29. federica ha detto:

    Ciao Dome! Volevo sapere se è possibile spedire tabacco in Au e se si qual’è il limite consentito?

    • Dome ha detto:

      Ciao Federica, non credo valga la pena spedire tabacco in Australia dal momento che il limite è di 50 sigarette o 50 grammi, sarebbe una spesa fuori luogo!
      Ciao!

  30. elena ha detto:

    Ciao dome,
    Ho scoperto il tuo blog solo oggi e devo ancora esplorarlo bene. 🙂
    Tuttavia se hai tempo e ancora voglia ho una domanda alla quale magari potresti rispondermi..
    A marzo arrivo a perth con il mio moroso. Io sono laureata in infermieristica e so che la professione in australia è sulla lista dei lavori ricercati. Tuttavia io parto.con un working holiday. Secondo te posso cercare lo stesso lavoro come infermiera? Devo per forza fare prima l’esame ielts o posso fare esperienza nel settore e intanto studiare per l esame in vista di una sponsorizzazione che tanto vorrei??

  31. elena ha detto:

    Scusa Dome mi è partito il messaggio… Mi mancava di scrivere il grazie mille se risponderai e intanto leggo il tuo blog :))
    A presto!
    Elena

    • Dome ha detto:

      Ciao Elena, riuscire a lavorare come infermiera richiede tutta una serie di passaggi e requisiti prima di poter prendere il visto. L’esame di inglese è solo un passo ma prima di farlo devi avere le idee chiare delle tappe da effettuare per ottimizzare tempo, soldi ed energie.
      Io collaboro con agenzie di lavoro per professioni mediche per cui non appena prendi il visto ti posso presentare delle proposte di lavoro; ma prima di arrivare a questo traguardo bisogna far riconoscere la propria laurea ed esperienza lavorativa (quando ti sei laureata? Hai lavorato?), superare l’esame di inglese e quindi fare 3 mesi di praticantato (che bisogna pagare salatamente). Insomma non è un percorso in discesa ma sei il tuo scopo è vivere in Australia non è una cosa impossibile. Anche perchè se prendi il visto anche il tuo partner potrà rimanere assieme a te.
      Ciao!

  32. elena ha detto:

    grazie mille per la risposta!! io vorrei rimanere in australia ma se è veramente una menata diispendiosa fare l infermiera cambio anche strada… io mi sn laureata a novembre e nn ho esperienza perche appunto volevo andare via dall’italia, oramai anche qui per l’infermiere non ci sono offerte..
    avresti per caso qualcuno che conosco, un contatto o un sito che mi spiegherebbe come partire con le trafile??solo se hai qualcosa lí a portata di mano altrimenti tranquillo.. sei giá stato disponibilissimo!!
    🙂 bacii

    • Dome ha detto:

      Ciao Elena, l’unica persona che devi sentire è un migration agent. Se mi dici o ricordi dove ti trovi ora provo a vedere se c’è qualcuno che conosco. Quello che posso fare io è darti la scuola di inglese per prepararti a dare l’esame di inglese e poi ottenuto il visto ti do un lavoro come infermiera (ho contatti professionali per il mondo medico).
      Ciao!

  33. Carmine ha detto:

    Ciao Dome, devo rientrare in Italia, mi potresti dire qual’è la procedura per richiedere le tasse indietro? E dove? Grazie mille in anticipo.
    Ps. Il tuo blog è fantastico, complimenti davvero,

  34. elena ha detto:

    guarda dome sei fantastico!! veramente tanto disponibile. ora sn a perth ma tra due sett mi trasferisco a sidney come au pair. vado ad abitare dalla famiglia a coogee. melody st!
    servono altre info??
    un bacio elena 🙂

  35. elena ha detto:

    Grazie dome…. spero di aver fatto la scelta giusta.. ma non ho capito.. Aspetto i tuoi contatti di immigration agent e scuola per studiare?

    • Dome ha detto:

      Io direi che dovresti parlare con un migration agent per capire a fondo l’esatto iter da percorrere. Quando sarai a Sydney e ti sarai ambientata un pochino avvertimi che vedo di combinare l’incontro con l’agent. ok?
      Ciao!

  36. irene ha detto:

    Ciao Dome, fantastico aver trovato questa pagina 🙂 Vivo a Sydney con il Second Working Holiday Visa ed una azienda mi ha proposto di lavorare appoggiandomi a loro, affittando una stanza presso il loro centro benessere e medicina naturale gia’ ben avviato, pero’ con il mio ABN. Posso richiederlo online sul sito del governo, ma non ho ben capito quali requisiti io debba avere, come funziona con il pagamento delle tasse, come mantenerlo, le ricevute al cliente se sono emesse a nome mio, e quanto posso tenerlo aperto… sono un pa’ dubbiosa, la partita iva che avevo in Italia mi ha portato molti problemi burocratici e sono ancora un po’ spaventata nell’affrontarne un’altra :)) hai qualche notizia in piu’ a riguardo? o dove posso rivolgermi personalmente per chiarire ogni dubbio? Grazie Mille!! A presto!! bacii!!

  37. Michele ha detto:

    Ciao Dome, non ho letto tutti i commenti sopra, quindi se ripeto una domanda già posta chiedo venia.
    Ho 40 anni e da 15 lavoro come expert/professional nel ramo ICT/TLC.
    Sono stato in OZ solo come turista per ora ma sto pensando seriamente nei prossimi 12 mesi di attivarmi per ottenere il visto ed eventualmente ottenere una certificazione IELTS 7+, che al momento non ho.
    Che suggerimenti ti senti di dare? In tema di Visto e di opportunità di lavoro.. considerando che sto valutando Melbourne/Adelaide/Sydney…
    grazie mille!
    Michele

    • Dome ha detto:

      Ciao Michele, prima di fare qualsiasi mossa è fondamentale che tu abbia un colloquio con un migration agent: con lui capirai se ci sono possibilità di entrare nel mondo lavorativo australiano, come fare per il visto, come soddisfare i requisiti minimi e via dicendo. Serve avere un iter ben chiaro in modo da ottimizzare tempo, soldi ed energie.
      Per l’inglese non ti so dire serva una certificazione IELTS 7+ ma vale il discorso di prima, consulta un professionista del settore immigrazione.
      Se necessiti di contatti posso passarti alcuni di fidati.
      Ciao!

  38. antonio ha detto:

    Salve. Volevo giusto sapere un paio di info. Sto con il secondo WHV che mi scade ad agosto. Il mio datore di lavoro mi vorrebbe sponsorizzare, volevo sapere se il mio diploma alberghiero di cucina e riconosciuto qui, quindi senza dover fare alcun corso specifico, e quando e se posso svincolarmi dal lavoro una volta ottenuto il permanent visa. Grazie.

    • Dome ha detto:

      Ciao Antonio, ricorod che non sono un migration agent per cui quello che dico potrebbe non essere valido ma per quello che so il diploma dovrebbe essere riconosciuto ma ci sono altri fattori da valutare quali la tua esperienza professionale e se al tuo datore gli viene concesso la possibilità di sponsorizzare.
      Quando avrai ottenuto la PR potrai tranquillamente svincolarti dal tuo sponsorizzante e volendo anche cambiare totalmente mestiere; in altre parole sei libero di fare quello che vuoi, sei quasi considerato come un australiano.
      Dove ti trovi ora? Potrei consigliarti dei migration agent, che a tua volta potrai consigliare al tuo datore (ne avrete comunque bisogno per portare avanti tutte le applications).
      Ciao!

  39. Marco ha detto:

    Ciao dome vorrei porti un paio di domande…se faccio gli 88 giorni della farm, poso richiedere il secondo visto anche dopo tempo o deve essere consecutivo alla scadenza del primo visto? ad esempio se dopo aver fatto 12 mesi col primo visto volessi tornare in Italia per 6 mesi per poi richiedere il secondo whv? è possibile? e un altra domanda che possibilita avrei di tornare in Australia per la terza volta dopo i primi due whv? solo tramite sponsor?
    Grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Marco, il 2WHV lo puoi richiedere (dopo aver fatto gli 88 giorni) quando lo desideri purché entro il 31esimo anno di età. Quindi se desideri tornare in Italia sei libero di farlo.
      Al termine dei WHV per poter rimanere a lavorare e vivere ci sono 2 soluzioni: o lo sponsor o lo student visa (in questo caso devi avere un piano di studi che ti porti ad avere una professione che rientra poi tra gli sponsor).
      Ciao!

      • Marco ha detto:

        grazie per la risposta…un altro dubbio: lo sponsor si puo trovare per tutti i lavori o solo per alcuni specifici? cioè se io facendo il pizzaiolo convinco il titolare a sponsorizzarmi posso effettivamente provare a star permanentemente in australia?

        • Dome ha detto:

          Per avere lo sponsor bisogna che il mestiere rientri nelle liste CSOL. Se vuoi fare il pizzaiolo devi dimostrare di aver conseguito un qualche certificato in Italia che sia poi riconosciuto dal governo australiano come valido. Mi spiego: se sei diplomato all’alberghiera si riesce a farti inquadrare come pizzaiolo ma se hai studiato altro la cosa è quanto meno improbabile.
          Ciao!

  40. anna ha detto:

    Ciao Dome, vorrei ,se possibile ,avere questa informazione: ho il whv dal 12 agosto 2013 ,ma x problemi famigliari non sono ancora riuscita a partire x l’Australia ,so che dura un anno se non dovessi riuscire a partire ,e quindi non utilizzarlo, posso piu avanti chiederne un altro??? Mi viene contato come secondo visto??
    Grazie per l’attenzione.
    Saluti
    Anna

    • Dome ha detto:

      Ciao Anna, in teoria potresti richiedere nuovamente il primo WHV se non hai proprio messo piede in AU nell’anno tra il 12 agosto 2013 e il prossimo 13 agosto 2014. Ci sarà da ripagare il visto in quel caso.
      Il secondo WHV lo puoi ottenere solamente lavorando 88 giorni nelle farm durante il tuo anno di Working Holday.
      Ciao!

  41. anna ha detto:

    Grazie …sempre gentile
    Ciao
    Anna

  42. anna ha detto:

    Il mio timore, dato che ho chiesto il visto ma nn l’ho utilizzato e’che nn me ne concedano un altro. Speriamo bene.
    Ciao e ancora grazie
    Anna

  43. sergio ha detto:

    Ciao Dome; io sono Sergio; ho 35 anni, con laurea in Italia e Spagna in legge; sono in attesa di conoscere gli esiti dell’esame per diventare avvocato in Italia;sono un mediatore professionista, lavoro in studi legali da 7 anni e ho fatto l’istruttore di tennis per diversi anni, oltre ad averci giocato a livello agonostico; ho inoltre l’attestato di barman e ho fatto il docente in alcuni corsi di formazione. Vorrei trasferirmi in Australia. Potrei farlo senza problemi? e se sì, di che tipo di Visto avrei bisogno?Ci sono città dove mi consiglieresti di andare?Grazie per le pregevoli risposte. Sergio.

    • Dome ha detto:

      Ciao Sergio, in tutta onestà non so se la tua laurea posso essere riconosciuta dall’Australia; inoltre mi sorge il dubbio di come potresti essere assunto facendo l’avvocato non conoscendo le leggi e il mercato locale; credo che tu abbia incontrato le stesse o quantomeno simili difficoltà tra Spagna ed Italia.
      Il mio più gran consiglio è quello di sentire un migration agent, esporre il tuo caso e vedere assieme a lui quali soluzioni possano essere adottate per potersi trasferire in Australia.
      Magari finisci col studiare per diventare migration agent!
      Ciao!

  44. sergio ha detto:

    Intanto ti ringrazio per le informazioni. Vorrei chiederti come faccio a contattare un migration agent. Gr

  45. Caterina ha detto:

    Ciao,
    ti scrivo perchè cercando informazioni sull’Australia, ho trovato il tuo interessantissimo blog.
    Avrei bisogno di un tuo consiglio: io ho 20 anni e l’anno scorso mi sono diplomata al liceo linguistico, quest’anno ho “preso” un anno sabbatico poichè ho partecipato al progetto Leonardo da Vinci in Portogallo. Da tempo penso di andare da alcuni parenti di mia madre che si trovano a Perth, secondo te è meglio che prenda prima la laurea o andare direttamente lì? C’è la possibilità di trovare un lavoretto per potermi mantenere gli studi?
    Grazie per l’attenzione.

    • Dome ha detto:

      Ciao Caterina, se stai pensando di andare in Australia per proseguire gli studi serve un piano “d’attacco” ben definito poiché le università accettano studenti con un inglese certificato IELTS (ora anche altri attestati come il Cambridge ma non tutte) e le rette sono salate (parliamo mediamente di 10mila dollari all’anno).
      Capisci che se non si hanno già soldi sufficienti da parte il lavorare diventa un fattore necessario. Lo si trova dando per scontato che l’inglese lo si parli tranquillamente.
      Ciao!

  46. endi ha detto:

    Mi chiamo endi nato Roma cerco lavoro Comè nel settore edile la mia professionalità e pittore ma faccio anche gruista o 20 anni di esperienza Comè posso andare lavorare in australia sono troppo vecchio!! Vorrei una risposta

    • Dome ha detto:

      Ciao Endi, quello che devi fare è contattare un migration agent perché a mio parere hai qualche possibilità di poter ottenere un visto per lavorare in Australia. La tua età non è un problema, piuttosto lo sarà l’inglese se non lo sai già parlare bene perché dovrai affrontare un esame di inglese (IELTS) come requisito per richiedere il visto.
      Ciao!

  47. DIEGO ha detto:

    ciao Dome forse vado controcorrente ma volevo un tuo parere e consiglio personale. Ho 36 anni sono a Melbourne da 1 anno e mezzo. A breve mi scadrà l’ennesimo studentvisa unica possibilità per restare qui dopo innumerevoli proposte fasulle di sponsor. Ora, forse per me arrivato il momento di prendermi un periodo di riflessione grazie ad un bel viaggio alla ricerca di qualche nuova realtà……cmq non ti voglio annoiare,quindi la domanda questa…..se dovessi decidere di uscire secondo te tra 3,6,mesi o magari 1 anno avrei ancora la possibilità di rientrare in Australia con un altro studentvisa considerando la mia età??? Se vuoi rispondimi anche in privato cosi magari mi dai anche delle dritte su una meta “spirituale” ciao grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Diego, mi dispiace sapere che tu abbia trascorso questo genere di cattive esperienze. Ad ogni modo l’Australia ti accoglierà sempre con lo student visa qualunque sia la tua età.
      Hi tutto il sud-est asiatico a tua disposizione; Bali è un valida meta, spirituale come non poche!
      Ciao!

  48. Angelo ha detto:

    Ciao a tutti volevo chiedere una piccola info se sapete darmi una risposta , partiro per l Australia a settembre ed ho fatto il visto sul sito del governo Australiano (651) E VISITOR
    notavo una cosa dopo aver ricevuto la conferma che mi e’ stato concesso il visto ho notato che sullo stesso viene mensionato prima il nome e poi il cognome tutto in Maiuscolo pero’ sul passaporto e’ inverso secondo voi ho sbagliato ?
    grazie in anticipo

  49. roberta ha detto:

    ciao volevo un informazione io mi trovo in australia da 4 mesi ho un work in holiday visa mio marito vorrebbe raggiungermi ma non puo perche ha piu di 3o0 anni ma pensavo siccome siamo sposati puo fare un partener visa ? e collegarsi a me ? anche perche il visto studente e troppo costoso fammi sapere presto grazie mille ROBERTA

  50. roberta ha detto:

    ha ha ha ho scritto 300 volevo dire ha piu di 30 anni

    • Dome ha detto:

      Ciao Roberta, mi spiace ma il WHV non permette partner visa, qualunque sia l’età!
      Se fate lo student visa sappi che esistono corsi che costano una nullità, fatti apposta per “comprare tempo”. Unica pecca è che siete legati a stare in una città.
      Ciao!

  51. Giacomo ha detto:

    Ciao Dome, sono Giacomo ho 29 anni, mi piacerebbe trasferirmi in australia. ho esperienza come Autista da 5 anni, ho la patente per portare il camion e l’Autobus con relativa abilitazione presa quì in Italia. dove mi consiglieresti trasferirmi per fare questo lavoro? inoltre, dopo aver fatto la conversione della patente, la licenza Hr (pesante rigido) dove si prende e quanto costa? Grazie in Anticipo!

    • Dome ha detto:

      Ciao Giacomo, come autista non si trova lavoro per chi non ha la residenza Australiana, e la residenza la si ottiene con un lavoro che rientri nelle liste SOL e CSOL.
      Ciao!

  52. Angelo ha detto:

    Ciao Dome volevo chiederti ma ci son vaccini da fare prima di venire in Australia , calcola che mi fermermero’ 1 notte a Singapore prima di arrivare grazie in anticipo

  53. Andrea ha detto:

    Ciao… prossimo anno mi piacerebbe venire in Australia con il whf… x un anno magari 2. La mia domanda dove dormire I primi giorni? E dove vedere per affitto stanze? Vorrei sapere se devo fare il volo solo andata se non conosco la data del ritorno si può fare? Non danno problemi alla sicurezza quando arrivo?
    Geazie.

    • Dome ha detto:

      Ciao Andrea, per il dormire nei primi periodi io di solito consiglio di andare in ostello oppure in casa famiglia (a Sydney posso consigliarti soluzioni molto valide!. Poi se vuoi andare in affitto in house sharing una volta ti si aprirà un mondo: non affannarti per trovare una stanza, prenditi un tempo sufficiente per ambientarti e capire dove sia meglio trovare casa in relazione a lavoro, necessità e gusto ovviamente 😉
      Ti basta il solo volo di andata.
      Ciao!

  54. Angelo ha detto:

    Ciao Dome devo disturbarti nuovamente ma sai la partenza si avvicina e i dubbi vengono a galla …….se sul passaporto ho come residenza una città diversa da quella sulla richiesta del visto ci son problemi ? Potrebbero rispedirmi al mittente? Grazie per le precedenti risposte

    • Dome ha detto:

      Ciao Angelo, ammetto che non saprei darti una risposta. Credo che non ci siano problemi purché il numero del passaporto non sia cambiato in quanto è proprio quello che è legato al tuo visto. Ma ti ripeto, è solo una mia supposizione.
      Prova a scrivere direttamente all’immigrazione, a naso dovrebbe esserci un modo per modificare i dati inseriti.
      Ciao!

  55. Ciao Dome avrei una domanda da porti. Io sono infermiere e da poco mi sono trasferito in Gran Bretagna. In realtà non mi trovo molto bene in questo paese e sto valutando di emigrare in Australia. Ho letto, però, che per facilitare il trasferimento c’è bisogno di uno sponsor (che potrebbe essere l’ospedale che mi assumente). Dalla tua esperienza è fondamentale trovare lo sponsor o no? Potrei riuscirci anche senza? Spero in una tua risposta, buona giornata!

    • Dome ha detto:

      Ciao, gli infermieri sono in alta richiesta in Australia per cui l’idea di trasferirsi risulterebbe fattibile. Gli ospedali che io sappia, opinione quindi opinabile, non assumono con sponsor. Per poter lavorare bisogna prima iscriversi al loro collegio e inoltre completare lo skill assessment presso lo Australian Nursing and Midwifery Council.
      Personalmente ho contatti con agenzie interinali esclusive per il ramo sanitario e stando alle loro necessità ti trovano subito un’occupazione purché tu sia già con le carte in regola per lavorare.
      In altre parole, passato lo scoglio visto poi è tutto in discesa, in particolare per un professionista come te che hai maturato esperienza all’estero.
      Ciao!

  56. Infermiere ha detto:

    Grazie 1000 per la risposta, mi sto informando per l’iscrizione all’albo australiano e devo prima passare un esame di lingua, lo IELTS. Speriamo di riuscirici! Grazie per le informazioni e buona serata

    • Dome ha detto:

      Eh già, dovresti avere il certificato IELTS per poter iscriverti al collegio ma lavorando negli UK pensavo ne fossi già in possesso.
      Ad ogni modo buono studio 🙂
      Ciao!

  57. endi ha detto:

    Mi chiamo endi vorrei trasferirmi in australia sono un operaio edile pittore qualificato nato roma 16 09 1971 com’è posso fare x trasferirmi in australia cosa mi serve grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao endi, hai bisogno di parlare con un migration agent e vedere se la tua professione ti permette di ottenere un visto lavorativo. Ovviamente bisogna che tu studi inglese e ottenga un certificato IELTS, è un requisito necessario che lo stesso migration agent ti richiederà.
      Ciao!

  58. anna maria ha detto:

    Salve vorrei andare in australia ..ho sentito che li ancora si lavora a COTTIMO ed e’ ciò che vorrei ,non importa se in campagna, con la raccolta dei frutti o nella stalla SO’ POTARE ALBERI,PIANTE, RACCOGLIERE OGNI TIPO DI FRUTTA E ORTAGGI,SO ACCUDIRE ANIMALI NELLA STALLA E AL PASCOLO,DA EX CONTADINA CHE ERO ,,ATTUALMENTE CUOCA, PANETTIERA ,PIZZAIOLA,SONO UNA BRAVA AUTISTA HO GUIDATO ANCHE UN FURGONE 270 TEDESCO,ME LA CAVO A FARE QUALSIASI LAVORO DA SEGARE ALBERI X LEGNA O POTARLI,AL GUIDARE MEZZI,TRATTORI ECC,DALLA RACCOLTA FRUTTA ALLA CUCINA.PASTICCERIA ,PASTA FATTA IN CASA.ECC METTETEMI ALLA PROVA E NON RESTERETE DELUSI,SE QUALCUNO/A SA COME FARMI ARRIVARE NELLA TERRA DEL LAVORO A((( COTTIMO))).MI AIUTATE A EMIGRARE??GRAZIE ASPETTO INFO..SCRIVETEMI UN’EMAIL PER FAVORE ..GRAZIE DI CUORE ..CORDIALI SALUTI..Anna maria

    • Dome ha detto:

      Ciao Anna Maria, purtroppo il governo australiano elargisce visti per lavorare solo se si hanno competenze e certificati di studi per determinati lavori. Inoltre esiste un limite di età (50 anni) e l’inglese bisogno saperlo parlare bene (certificato IELTS).
      Chi ti può aiutare a capire se hai le carte per prendere un visto per l’Australia e come poi eventualmente farlo è solo un migration agent. Entra in contatto con uno di questi.
      Ciao!

  59. Valentina ha detto:

    Ciao!
    A gennaio andró in Australia con il turist Visa, andró a trovare mio fratello che ha lo sponsor da qualche mese come maestro di tennis.
    L’idea é quella di rimanere se mi trovo bene. Io lavoro come freelance: visual artist, illustratrice e grafica.
    É possibile avere il numero ABN con uno Student Visa?
    Ho letto che ci sono dei corsi molto economici che servono proprio per “comprare tempo”.
    Sai dirmi di piú?
    Grazie!

    • Dome ha detto:

      Ciao Valentina, con uno student visa è possibile lavorare con un ABN ma devi fare attenzione a far comunque quadrare che lavori non più di 20h/week.
      Di scuole per comprare tempo ce ne sono, richiedono una sola presenza settimanale e i costi potrebbero arrivare a poche centinaia di euro per un trimestre. Questo vale per Sydney, non ho idea dove viva tua fratello.
      Immagino tu lo sappia già ma per poter ambire ad uno sponsor ti servono qualifiche scolastiche e lavorative se il tuo lavoro è valido per i visti lavorativi. Oltre ovviamente ad un inglese marchiato IELTS.
      Ciao!

      • Valentina ha detto:

        Grazie mille! Si mio fratello vive a Sydney.
        Molto interessante la tua risposta.
        Senti e mi consigli andare lí con il Tourist Visa e poi cambiarlo a Student Visa o andare direttamente con quest’ultimo?
        Mi sapresti dare qualche info sulle scuole?
        Grazie mille! Sei piú prezioso di un’agenzia 🙂

        • Dome ha detto:

          Il mio consiglio è andare li con un tourist visa e girare per scuole e informarsi bene sul posto piuttosto che prendere decisione affrettate che potrebbero avere risvolti non pianificati.
          Info precise delle scuole non ne ho, me la cavo con le scuole di inglese ma oltre non mi azzardo specie quando i piani non sono chiari. Il vantaggio delle agenzie è che per lavoro ti devono vendere un prodotto e in qualche maniera hanno idea di cosa possa andar bene ma col rischio di non proporti quella super cheap (che magari ti va bene lo stesso se devi “comprare tempo”) perché non ci sarebbe margine di guadagno per loro. Motivo per cui se fossi in te andrei di persona a vedere la situazione e quindi decidermi sul da farsi.
          Ciao!

  60. domenico ha detto:

    ciao sono domenico e il mio mestiere e’ l’ inbianchino e ho l’intenzione di partire per l’ australia solo che non so parlare perfettamente l’inglese e’ possibile trovare lavoro anche non sapendo parlare bene l’inglese .
    e vorrei sapere se ci sono dei siti che ti aiutano le persone con un mestiere a trasferirsi in australia

    • Dome ha detto:

      Ciao Domenico, se la tua intenzione è di andare a lavorare allora devi avere il visto corretto” se hai meno di 31 anni compiuti allora puoi richiedere il Working Holiday Visa; se hai qualche anno di più e non oltre i 50 allora potresti pensare di far richiesta di uno skilled visa (vedi link). Per quest’ultimo caso ti consiglio di affidarti ad un migration agent perché saprà aiutarti passo dopo passo cosa e come fare per riuscire a trasferirti e lavorare regolarmente in Australia.
      L’inglese è requisito richiesto, non si può pensare di partire senza sapere nemmeno dialogare per capire cosa ti viene chiesto di fare, è assurdo. Serve la lingua anche per poter richiedere i visti.
      Ciao!

  61. Simone ha detto:

    Ciao dome, mi chiamo simone dono di Milano ho un problema di visti,vado subito al punto.
    la mia fidanzata ha 33 anni io sono sotto i 30 come ben sai dobbiamo fare 2 visti diversi io il working holyday…essendo Cmq una coppia che convive lei non potrebbe in alcun modo ottenere il mio visto? O Cmq delle agevolazioni sulla durata e sulla permanenza…chi è stato lì mi ha detto che per le coppie è possibile, ti ringrazio!

    • Dome ha detto:

      Ciao Simone, purtroppo lei è costretta a fare un visto turistico o student. Il de facto visa non è applicabile per visti turistici, Mi dispiace.
      Ciao!

  62. Simone ha detto:

    Ok,e se io riuscissi ad ottenere il PR?? Lei potrebbe avere il parthner Visa giusto??
    ti ringrazio per le preziose informazioni!!!

    • Dome ha detto:

      Basta anche uno skilled visa come lo sponsorship visa per poter far richiesta del partnership visa. Quest’ultimo non si applica se tu hai un visto turistico come il WHV.
      Ciao!

  63. vanessa ha detto:

    Ciao dome. Il mio ragazzo ha sbagliato a compilare il nome del visto. Ha scritto aessandro al posto di Alessandro. Tutti gli altri dati sono esatti. Il visto gli è stato rilasciato. Partiamo a gennaio. Come si può correggere questo errore? Oppure sapere se non crea problemi in aeroporto.
    Grazie mille!!!

    • Dome ha detto:

      Ciao Vanessa, è meglio far sapere alle autorità che vi siete accorti dell’errore. Prova a vedere loggandoti al profilo ImmiAccount nel sito dell’immigrazione se ci sono le procedure di modifica dei dati; se non dovessero esserci contatta direttamente il dipartimento, ideale telefonicamente.
      Può essere che un typo del genere non venga considerato come un tentativo di frode da parte della dogana, tuttavia eviterei di fare gli gnorry.
      Ciao!

  64. vanessa ha detto:

    Grazie mille! !!proverò

  65. Guarda, ome sempre dico, non so se lee cose
    siano cambiate in un anno, però quando sono andato io nessuno veniva fermato
    per una cosa del genere.

  66. vanessa ha detto:

    bah! speriamo tanto.. io non voglio fare la gnorry come dice dome.. pero il mio ragazzo dato che ha 31 anni ha paura che scrivendo al governo di aver sbagliato una cosa del genere gli annullino il visto… ho sentito molti miei amici che sono in australia e mi han detto di non preoccuparmi poiche in areoporto ti chiedono in passaporto e da li guardano tutto. anche se si dovessero accorgere di questo errore non ne fanno una catastrofe poiche i dati di tutti gli altri documenti sono esatti. speriamo. grazie a tutti. partenza 12 febbraio arrivo a brisbane..

    • Dome ha detto:

      È corretto far notare di suo pugno dell’errore, poi che non cambi nulla al controllo passaporti è un altro discorso. È questione di correttezza.
      Buon viaggio!

  67. anna ha detto:

    Ciao Dome,avrei bisogno di aiuto per mio figlio, ti spiego é partito due anni fa per l’australia con il visto whv ,ha fatto 88 gg di farm e ha avuto il rinnovo. Il 2 dicembre tramite in agente di immigrazione ha chiesto l’ applicazione del visto con lo sponsor xche la ditta dove lavora lo vuole sponsorizzare. Il 23 dicembre ha avuto risposta di visto negato con la motivazione che la ditta é troppo piccola e non puo aver bisogno del ruolo indicato per mio figlio, poi aveva da poco sponsorizzato un altra persona von un ruolo simile. Ora lui vorrebbe chiedere il visto student, ma ha paura che non gli venga concesso perche risulta un visto non approvato.
    Ti chiedo , secondo te ci possono essere problemi?? E poi é vero che per richiedere il visto student deve uscire dall’ australia?? Hai consigli da darmi…scusa nn ti ho detto …mio figlio ha 23 anni.
    Grazie in anticipo.
    Sei sempre gentile
    Anna

    • Dome ha detto:

      Ciao Anna, per richiedere lo student visa non c’è bisogno che esca dal paese. Se lui ha tutti i requisiti per poter richiedere tale visto non c’è motivo che gli venga negato.
      Ciao!

  68. anna ha detto:

    Grazie, lui pensa che avendo ora il visto bridge perche il suo visto whv é scaduto 3 dicembre e il rifiuto del visto sponsor del 23 dicembre deve lasciare l’ australia entro il 20 gennaio , e non può richiedere il visto student restando in australia appunto xché é in bridge.
    Se é come dici tu sarebbe perfetto perché ha gia speso un sacv di soldi .Sul sito dell immigrazione secondo te trova un chiarimento??
    Ti ringrazio tanto
    Cari saluti e auguri di un felice anno nuovo.
    Anna

    • Daniela ha detto:

      Ciao anna…non vorrei farti confusione,ma se non sbaglio il bridging visa te lo rilasciano quando sei in attesa dell’approvazione di un altro visto.attualmente tuo figlio non ha nessuno visto,ne ha uno scaduto ed uno rifiutato quindi per legge ha 28 giorni per applicare per un altro,scaduto questi diventa clandestino e deve lasciare il paese.se va in qualsiasi agenzia per studenti gli danno una mano gratis.ovviamente lui dovrà pagarsi il visto e il corso 🙂

  69. anna ha detto:

    Si é così, quello che non capiamo é se deve o no uscire dallo stato per applicare il visto stundent.
    Grazie e Buon anno,anche a te .

  70. Daniela ha detto:

    Può applicare per lo student senza uscire,io mi sono trovata in una situazione simile.
    L’unica fregatura che se richiede una seconda volta lo student,siccome lo ha richiesto in australia la prima,pagherà di più in quel momento.
    Anna i visti sono tutto un bisiness,ma se lui è convinto a voler restare ne vale la pena.
    Buon anno!

  71. valentina/marco ha detto:

    ciao io e mio marito stiamo gia da tempo valutando l’idea di trasferirsi a perth . abbiamo un bibmo di 2 anni, inglese base . inizialmente si trafserirebbe mio marito in seguito lo seguirei io.
    mio marito è dottore in audioprotesi si occupa di apparecchi acustici hai qualche info riguardo queste attivita a perth ? sono anche sanitarie.

    grazie 1000

    • Dome ha detto:

      Ciao Valentina, una sola risposta alla tua richiesta: parlate con un migration agent. Prima di vedere se c’è lavoro nel campo di tuo marito bisogna capire se quella professione rientra tra quelle in alta ricerca dal governo (e per cui concedono visti lavorativi agli stranieri) e se tuo marito soddisfa i requisiti richiesti (tra cui anche l’inglese certificato IETLS).
      Se avete bisogno di un contatto conosco un migration agent italiano proprio a Perth.
      Ciao!

  72. Melania ha detto:

    Ciao Domenico 🙂 sono una futura infermiera mi dovrò laureare il prossimo marzo e sto maturando l’idea di trasferirmi in Australia per poter lavorare li.. ho letto su vari siti che per la nostra professione non richiedono l’IELTS in quanto troppo generico ma l OET. .un certificato di lingua specifico per il personale sanitario, a te risulta? Inoltre che tipo di visto dovrei fare per venire li? E soprattutto dopo aver tradotto carte e pergamena di laurea il certificato OET e averli inviati all’ambasciata di li, avrò la sicurezza e possibilità di lavorare li? A chi devo rivolgermi per chiedere informazioni così specifiche perché all’ambasciata non mi hanno saputo rispondere..grazie mille per tutti gli aiuti!

    • Dome ha detto:

      Ciao Melania, non meno di un anno fa sono state apportate delle modifiche alle leggi in materia di immigrazione per la professione infermieristica: credo che non sia cambiato nulla per l’aspetto linguistico ma era richiesto IELTS Academic con voto 7 o OET con voto B.
      Nel tuo caso specifico, che non hai esperienza lavorativa, credo che sarai obbligata a fare un training di alcuni mesi e dal costo considerato (prendi con le pinze perché non sono aggiornatissimo ma si parla di $10000 per 3 mesi di corso) per imparare gli standard sanitari australiani.
      Per gli infermieri esiste un visto apposito poiché è una professione in alta richiesta; il tuo sforzo è di riuscire a prendere il visto ed iscriverti all’albo locale e quindi avere tutte le carte in regola per cominciare a lavorare. Il lavoro di per se non è un problema lo si trova o potrei aiutarti direttamente anche io che ho contatti con agenzie interinali specializzate al mondo medico.
      Dimentica l’ambasciata, loro non possono fare nulla in merito. Quello che devi fare è metterti in contatto con un migration agent, i professionisti del settore, e sentire cosa ti propongono loro di fare. Se non sai a chi affidarti posso suggerirti alcuni nomi di cui ti puoi fidare ciecamente.
      Per riassumere, prima cosa da fare è farsi una chiacchierata con il migration agent, quindi prendere il certificato di inglese e nel frattempo portare avanti il riconoscimento della tua laurea.
      Spero che almeno queste basiche informazioni l’ambasciata te le abbia dette.
      Per ogni altro dubbio o necessità fai pure riferimento a me 🙂
      Ciao!

      • Melania ha detto:

        Grazie mille e scusa se rispondo solo ora..speriamo che per marzo dell anno prossimo non sia cambiato nulla, eventualmente si, se puoi farmi qualche nome sarebbe perfetto:) dici che lo ielt è meglio prenderlo dopo la laurea dato che vale solo un anno?
        Pensavo che eventualmente se è una cosa troppo difficile farei un primo step in Inghilterra e lavorare li in modo da riempire un pochino il mio curriculum e fare una specializzazione dato che ho letto che l Australia cerca più persone specializzate che infermieri generici. Che ne dici?

        • Dome ha detto:

          Ciao Melania, se puoi fare una prima esperienza lavorativa negli UK questo ti aiuterà un botto nel processo di riconoscimento dei tuoi titoli. Chiaramente più specializzata sei meglio è.
          L’IELTS lo devi fare solo quando ti serve, quindi devi programmare bene i tempi perché come sottolinei anche te ha una durata limitata. Occhio che forse ti serve il test anche per gli UK.
          Ciao!

  73. marco ha detto:

    ciao Dome,
    volevo sapere se è possibile applicare per un turist visa (evisa) e una volta in oz , cerco la scuola e applico per student (572)?
    grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Marco, certo che si può passare da un tourist visa ad uno student. Tieni a mente però che richiederlo onshore ti costerà molto di più.
      Se vuoi qualche consiglio sulle scuole domandati pure.
      Ciao!

      • marco ha detto:

        grazie, avrei trovato una scuola a byron per certificate I e II a $5600 aud piu 540 $ visa e $850 ohsc per circa un anno e mezzo.
        pero a me piacerebbe di piu adelaide… ho dato un occhiata ma a quel prezzo sembra non esserci nulla! il mio obiettivo è prendere un visto student (scuola economica) che tipermette dilavorare così da cercare altre opportunità nel mio campo (geometra).
        tu che zona mi consiglieresti?

        • Dome ha detto:

          Ciao Marco, in effetti sono pochetti quei soldi ma se il tuo obiettivo è fare una scuola tappa buco ce ne sono di economicamente simili anche in Sydney e Melbourne: Adelaide non ha lo stesso mercato di studenti come le atre 2 città per cui i prezzi mantengono una soglia più elevata.
          Ma per quella cifra paghi due semestri?
          Ciao!

          • marco ha detto:

            si è il costo per due semestri! con la speranza di trovare qualche opportunita interessante.. chissà!
            grazie per il tuo supporto Dome..

  74. salvatore ha detto:

    Ciao Dome siamo intenzionati a cercare lavoro in australia io e la mia compagna pero’ abbiamo 2 figli uno di 3 e uno di 1 anno…. io sono un macellaio con esperienza da piu’ di 20 anni quindi secondo te puo’ essere una scelta giusta la nostra? poi a chi mi devo rivolgere per il lavoro e per la famiglia? grazie…

    • Dome ha detto:

      Ciao Salvatore, partire per l’Australia senza un lavoro e con la famiglia è un bel rischio. A mio parere prima mi informerei se e come sia possibile riuscire ad arrivare a prendere un visto lavorativo e lo farei avvalendomi dell’aiuto di un buon migration agent. Una chiacchierata con un professionista del campo dell’immigrazione riuscirà a togliervi ogni dubbio e vi darà i giusti consigli su come comportarsi per trasferirsi in Australia.
      Ciao!

  75. Rubel ha detto:

    Ciao Dom sono del Bangladesh sono in attesa di cittadinanza italiana quando avro avevo pensato di trasferirmi in Australia faccio cuoco da 10 anni ( scritto in busta paga qualifica cuoco livello 4) ho imparato lavorando. Se Avro in sponsor e possibile chiedere un visto ps sto faccendo anche corso di inglese aspetto una risposta

    • Dome ha detto:

      Ciao Rubel, come cuoco hai buone possibilità di trovare uno sponsor e quindi poi poter richiedere la residenza permanente. L’inglese è fondamentale oltre che ad essere necessario per fare lo sponsorship visa: dovrai sostenere l’esame IELTS prima o poi!
      Ciao!

  76. Rubel ha detto:

    Grazie per avermi risposto ho ancora qualche dubbio non ho un attestato professionale e’ un problema ? E l’esame di IELTS mi serve per PR o anche prima ? Con quale voti

    • Dome ha detto:

      Ciao Rubel, 10 anni di esperienza possono ricoprire la mancanza di un attestato professionale. L’esame IELTS serve per avere il visto e se non sbaglio per te serve un voto tra il 5.5 e il 6. Mi potrei sbagliare ma non di molto 🙂
      Ciao!

  77. Vincenzo ha detto:

    Ciao ho una amica con il passaporto ucraina ha chiesto il visto per laustralia. Online lo hanno bocciato volevo sapere c’è qualche agenzia che cura la pratica attualmente vive a Napoli con permesso illimitato .. Visto turistico grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Vincenzo, sai per caso per quale visto ha fatto richiesta? Dal sito immi.gov.au leggo che lei potrebbe fare richiesta online per il tourist visa e600.
      In alternativa potrebbe sentire un’agenzia di viaggio se possono gestire la sua pratica del visto (probabile che debba acquistare il biglietto aereo con loro).
      Altrimenti dovrebbe informarsi direttamente con l’ambasciata Ucraina di Londra che pare essere quella in carica per emettere i visti per l’Australia.
      Ciao!

  78. mariangela ha detto:

    Salve avrei bisogno di una informazione ma non so a chi chiederla: un amico di mia figlia è ricoverato in ospedale a Perth per un incidente occorsogli in australia. Gi hanno detto che il medico ospedaliero non dà informazioni sulla salute del paziente , ma di chideere all’infermiere. In australia funziona così? mi sembra strano… come italiano a chi si può rivolgere per avere delle corrette informazioni sul funzionamento dell’ospedale in modo da tutelarsi? grazie m. angela

    • Dome ha detto:

      Ciao Mariangela, il ruolo dell’infermiere è diverso da quello italiano ma onestamente non so fino a che punto. Se a tua figlia è stato detto di parlare con uno di loro (credo il caposala) non avrà problemi ad avere notizie dell’amico ospedalizzato.
      Purtroppo non sono in grado di darti risposte più chiare.
      Ciao!

  79. antonella ha detto:

    ciao Dome ho una domanda per te sono cittadina Australiana ed ho 3 bambini qui se volessi far entrare i miei genitori per darmi una mano e farli rimanere qui definitivamente cosa devo fare? grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Antonella, in tutta onestà non ti so dire se sia possibile farli venire in modo definitivo. In questi casi meglio affidarsi ad un Migration Agent.
      Ciao!

  80. Giorgio ha detto:

    Ciao!
    Mi chiamo Giorgio, ho 22 anni e mi piacerebbe partire insieme ad un altro amico per l’ Australia verso ottobre/novembre.
    Eravamo ancora indecisi però sulla meta, dato che ci piacerebbe continuare a giocare a calcio anche nella terra dei canguri. Se possibile, volevamo avere un’ idea riguardo la destinazione migliore per noi riguardo questo aspetto, ed ancora altre informazioni riguardo inizi dei campionati, eventuali provini per le squadre e altre cose legate al calcio.

    Grazie e a presto!

    • Dome ha detto:

      Ciao Giorgio, non me ne intendo così in dettaglio di calcio ma per certo Melbourne è la città che più ha attività sportive del genere.
      Ciao

  81. Rossana Ficini ha detto:

    Ciao Dome, torno per la seconda volta in Oz per incontrare mio figlio. Gli attuali datori di lavoro gli hanno chiesto un impegno ed una responsabilità maggiori sul lavoro (gestione gelateria a Cairns). Lui ha un whv , i datori di lavoro volevano sponsorizzarlo ma non sono disponibili a retribuirlo come richiesto dalla sponsorizzazione. A questo punto, loro vorrebbero proprio lui perché l’attività è improntata su produzione italiana e lo reputano giusto per quel lavoro, quali altre possibilità ci sarebbero?? Vedo che hai nominato spesso immigration manager…che persone sono??? Dove le possiamo trovare?? Aggiungo che dal 4 agosto al 10 agosto saremo a Sydney…..hai contatti lì da consigliarci??? Grazie mille.
    Rossana

    • Dome ha detto:

      Ciao Rossana, per quel che ne so l’unica via è proprio quella dello sponsorship visa. Tale visto ha diversi requisiti tra cui una paga minima che il datore di lavoro deve garantire allo straniero che assume. Inoltre bisogna anche valutare se l’impresa sponsorizzante abbia le carte in regola per poter procedere con la richiesta del visto per tuo figlio.
      A tutte queste domande tecniche possono rispondere i Migration Agent, sono i professionisti in tema di leggi e, per l’appunto, immigrazione: conoscono la materia e sanno come muoversi consigliando cosa fare in ogni situazione.
      Quando ci si appoggia ad uno di loro bisogna fare attenzione ad un’unica cosa ossia che che il migration agent sia iscritto al MARA, garanzia di essere di fronte ad un professionista in regola per fare il suo lavoro.
      Purtroppo non conosco nessun migration a Cairns. Tuttavia se vi interessa potete sempre contattarli telefonicamente.
      Ciao e buon viaggio!

  82. Rossana Ficini ha detto:

    Ciao Dome, grazie mille per la sollecita risposta….ti chiederei ancora una cortesia…hai per caso contatti a Sydney per ciò che riguarda i Migration Agent?
    Mio figlio ci raggiungerà a Sydney e faremmo un tentativo anche lì presso il Consolato italiano se necessario…questo per avere le idee ben chiare. A quanto mi dice mio figlio i suoi datori di lavoro non vogliono esporsi più di tanto, lascerebbero a lui l’impegno di cavarsi fuori d’impaccio…..tipo farsi uno student visa….ma ti assicuro non vedo chiara la cosa. Ho il sospetto che abbiano trovato “il pollo”. Puoi darmi qualche recapito a Sydney anche su e-mail? Grazie ancora. A presto.
    Rossana

    • Dome ha detto:

      Ciao Rossana, passare per uno student visa non è per certo una soluzione. A questo punto è bene che si parli con un migration agent. Mi son scordato di dirti che se ci sono le possibilità di ottenere uno sponsorship tuo figlio dovrà passare un esame di inglese IELTS.
      Ciao!

  83. Simona ha detto:

    Ciao Dome, innanzitutto complimenti per il blog e per l’impegno che metti nel rispondere a tutti.
    Sono una studentessa di medicina all’ultimo anno, studio a Brescia, e sto valutando la possibilità di specializzarmi in radiologia in Australia o Nuova Zelanda.
    L’iter per il riconoscimento della laurea è fattibile? O è meglio essere già specializzati? Conosci qualcuno che lo ha fatto? Potresti darmi il contatto di un Migration agent magari? Grazie mille intanto

    • Dome ha detto:

      Ciao Simona, la laurea sarebbe riconosciuta ma credo che per accedere ad un PhD sia necessario una lettere di presentazione da parte di un tuo docente verso un collega australiano in modo da avere la possibilità di prendere una borsa di studio e contenere le care rette universitarie.
      È meglio specializzarsi là se poi ti venisse il pallino di rimanere a lavorarci perhcé a quel punto ci sono visti idonei fatti al caso.
      Rimane tuttavia aperta la porta per un visto poiché i medici sono ancora in alta richiesta.
      Che tu decida di andare per la specialistica o in un secondo momento, chiaramente l’inglese deve essere come una seconda lingua, dovrai sostenere e ottenere punteggi alti per i test di competenza linguistica (l’IELTS ad esempio).
      Avevo conosciuto medici con iter simili al tuo ma non ricordo più chi erano e come contattarli!! Me tapino!!
      Ciao!

  84. Rosita ha detto:

    Ciao! Sono una laureata in scienze dell’educazione (educatore per infanzia, disabili, anziani) e in scienze pedagogiche (coordinatrice di strutture e progetti).
    Vorrei venire in Australia nella città di Melbourne. non ho una buona conoscenza della lingua inglese perché ho studiato il portoghese brasiliano.
    Potresti indicarmi qualche sito web dove inoltrare il mio curriculum? Darmi qualche info su cosa ho bisogno per mettermi in viaggio (quale tipo di visto. ..ecc.)
    Grazie.

    • Dome ha detto:

      Ciao Rosita, senza inglese non si va da nessuna parte. E prima di mettersi a studiare la lingua bisogna controllare se la proprio professione rientra nelle liste SOL o CSOL per poter ambire a prendere un visto lavorativo.
      Quindi inviare un CV ora non ha proprio significato, non sarebbe preso in considerazione poiché mancano i requisiti minimi appena indicati.
      Il mio consiglio è di contattare un migration agent e in questo modo avere un supporto che ti aiuti a non brancolare nel buio dei visti e delle cose da fare per eventualmente puntare a prendere un visto lavorativo.
      Ciao!

  85. alberto ha detto:

    Ciao max mia figlia pdi 17 ANNI VA NELLA GOLDCOST A STUDIARE MI DAI DELLE DRITTE PER TELEFONO ASSICURAZIONE CARTE DI CREDITO DA DARLE PER SENTIRMI TRANQUILLO hai altri consigli ? Parte a gennaio e torna a giugno che vestiti deve portare scusa queste domande un po banali ma da padre Che vede la sua bambina andare così lontano mi puoi capire grazie ciao Alberto

    • Dome ha detto:

      Ciao Alberto, non sono un padre ma posso immaginare la tensione e le preoccupazioni che ti stanno assillando. È tutto molto semplice: tua figlia avrà un visto student e per tanto dovrà fare un’assicurazione privata obbligatoria per ottenere il visto (OSHC – Overseas Student Health Cover). Quindi da questo punto di vista non dovresti avere grattacapi.
      Telefono: si acquistano sim card ovunque, anche all’aeroporto. Io per esempio ho una prepagata Vodafone da $30/mese e ho chiamate e messaggi senza limiti (non estero ovviamente) e 2GB di traffico internet.
      Carta di credito: una qualsiasi va bene, che sia VISA o Mastercard non fa molta differenza. Se si volesse evitare di pagare ulteriori costi di commissioni per cambio valuta tua figlia potrebbe aprire un conto bancario (ci vogliono 10 minuti, passaporto e indirizzo del domicilio) e poi trasferire direttamente tot soldi dall’Italia ed usare i soldi con la carta australiana.
      Gennaio è il cuore dell’estate ma fino a Giugno in Gold Coast le temperature sono molto buone (20+ gradi). Eviterei cappotti o giacche pesanti.
      Forza Alberto, sentiti orgoglioso, tra poco la tua bambina comincerà a scoprire il mondo!
      Ciao!

  86. Salvo ha detto:

    Ciao Dome
    ho 32 anni e faccio il ragioniere, vorrei andare in Australia e lo vorrei fare facendo il pizzaiolo, una mia passione mai messa in pratica professionalmente.
    Cosa mi consigli ?

    grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Salvo, se il pizzaiolo non lo hai mai fatto come può uno assumerti? In Italia ti prenderebbero? In Australia è comunque molto più complicato. E il tuo inglese è buono/ottimo? Semmai stato in Australia? Sei sicuro che sia la destinazione giusta per te?
      Queste sono le domande che ti consiglio di risponderti.
      Ciao!

  87. Valeria ha detto:

    Ciao Dome, scusa il disturbo sono una laureata in biotecnologie ho 21 anni e ho una buona conoscenza dell’inglese confermata da dei certificati..il mio sogno è sempre stato andare a stare in australia.. sai se è possibile trovare un lavoro nel mio ambito?

    • Dome ha detto:

      Ciao Valeria, devi chiedere aiuto ai tuoi docenti universitari che abbiano contatti con colleghi che lavorano in università australiane; l’opzione è continuare gli studi per un master o PhD. Dico questo perché ottenere un visto adeguato è più difficile che trovare lavoro.
      Ciao!

  88. Adriana ha detto:

    Ciao Dome..non ho ancora chiaro se richiedendo il rinnovo del secondo anno prima di compiere 31 anni,andrei poi a perdere i mesi rimanenti allo scadere del primo?mi spiego meglio..il primo anno scadrebbe il prossimo settembre ma compieró 31 a marzo perciò volevo capire se il rinnovo partirà da marzo e così perderò qualche mese oppure posso dormire sogni tranquilli!!grazie per il tuo aiuto!ciao

    • Dome ha detto:

      Ciao Adriana, se rinnovi prima dei 31 anni non dovresti perdere alcun mese.
      Ciao!

      • MichelaL ha detto:

        Buon giorno,ciao Domenico!
        Io e il mio ragazzo stiamo organizzando il nostro trasferimento in Australia la data presunta sarebbe febbraio del 2017( stiamo cercando di conservare quanto più soldi possibili,le spese non sono poche). Ti spiego, io sono laureata in infermieristica e a breve inizierò il master di specializzazione mentre il mio ragazzo attualmente lavora presso una fabbrica di porte in alluminio ma ha intenzione di acquisire un attestato di pizzaiolo barman o altro che gli permetta si avere ” un campo più specifico”. Ti scrivo perché ho qualche dubbio su quale visto richiedere.
        1: è vero che posso richiedere il whv e lavorare come infermiera per un anno chiedendo al ministero dell’immigrazione e ottenere il rinnovo senza lavorare nelle farm?
        2: facendo parte della skill list so che posso richiedere questo tipo di visto ma facendo lo skill test non mi sono chiare alcune cose, ho fatto tirocinio in ospedale NON remunerato per tre anni più questo di specializzazione saranno 4 valgono come lavoro?? E inoltre devo prima inviare una expression of interest e poi intraprendere la procedura per la richiesta?
        Grazie in anticipo per la risposta!!

        • Dome ha detto:

          Ciao Michela, se nel febbraio del 2017 non avrete ancora compiuto 31 anni allora potrete richiedere il WHV. Fatevi il vostro anno (o forse due se l’età ve lo permette) e poi valutate se vi interessa rimanere in Australia: potrebbe anche non piacervi!
          1: non mi pare che facendo l’infermiera tu possa richiedere il rinnovo senza fare le farm. Direi di no ma se hai le fonti mi piacerebbe che le condividessi;
          2: come infermiere non dovresti fare lo skilled visa ma avresti un visto apposito. Ma prima di tutto devi registrarti con il collegio australiano e per fare ciò devi incontrare i requisiti minimi d’accesso. Vedi a questa pagina le indicazioni su che passi fare.
          Ciao!

  89. Davide ha detto:

    Ciao.. Mi chiamo Davide ho 31 anni e faccio il cuoco.. Un mio amico sta per aprire un ristorante in Australia e mi ha chiesto se vado là a lavorare.. Avendo già compiuto 31 anni mi ha detto che probabilmente devo fare il visto dello studente.. Come devo fare per avere un visto dello studente? Per caso c’è un numero di telefono a cui posso chiamare per avere tutte le informazioni che mi servono? Grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Davide, con lo student visa puoi si lavorare ma per sei anche costretto ad andare a scuola (obbligatoria la frequenza) e legalmente non puoi eccedere le 20 ore a settimana. Questo tuo amico non può sponsorizzarti al momento? In questo modo tu hai un visto che ti permette di lavorare a tempo pieno senza avere il problema della scuola e di tutti gli impegni che comporta.
      Se proprio non c’è alternativa ti posso dare le info che ti servono per fare lo student visa. Ma il tuo inglese com’è?
      Ciao!

  90. Gabriele ha detto:

    Salve sono Gabriele ho 26 anni, sono un pizzaiolo da 6 anni, dopo 2 anni chiudo la mia pizzeria per asporto e mi sto organizzando per andare in australia, a Melbourne e mi servono più informazioni possibili,
    1) se ad esempio io volessi stare li con la mia ragazza per sempre come dovrei fare? Intendo con tutti i passaggi burocratici per avere la cittadinanza… mi sembra di aver capito che devi essere in australia da almeno 4 anni con almeno 1 anno di permanent visa…
    2) per la professione di pizzaiolo a Melbourne è facile trovare un lavoro e uno sponsor?
    3) io pensavo di andare in australia con il WHV poi lavorare i 88/90 giorni con la mia donna “che a 28 anni” nei campi finito quel periodo di cercare come pizzaiolo…
    4) io non so praticamente niente di inglese e cercherò nel tempo che mi preparo cioè un anno più o meno di fare un costo di inglese…
    5) vorrei sapere per il servizio sanitario mio è della mia ragazza cosa fare e quanto costa.
    6) dovrò soggiornare in un ostello appena arrivato ma devo prenotare prima di partire? Quanto è il costo medio a notte?
    Il mio obbiettivo non è solo di farmi un esperienza all’estero ma un vero e proprio trasferimento permanente in australia… sono ancora in una fase di ricerca di informazioni iniziale e per questo che faccio molte domande che a molti sembrano scontate, grazie in anticipo per qualsiasi informazione…

    • Dome ha detto:

      Ciao Gabriele, perdona il ritardo nella risposta. Se vuoi trasferirti in Australia allora è meglio che rivolgi le tue domande verso un migration agent, il professionista del campo: io non sono in grado di darti risposte esaurienti e semmai possono essere solo dei consigli.
      Ti posso anticipare che non è un percorso semplice ne tantomeno dal risultato scontato: trovare uno sponsor non è più cosa facile e il fatto che tu non parli inglese non ti aiuterà molto, in particolare all’inizio.
      Per quanto riguarda il servizio sanitario sappi che puoi richiedere la Medicare ed essere coperto per i primi 6 mesi, dopo di che sarà tua scelta rimanere scoperto o farti una polizza privata.
      Meglio se prenoti l’ostello per le prime notti ante volo in modo da non trovarti totalmente disorientato all’arrivo.
      Ciao!

  91. Rubel ha detto:

    Ciao Dom ci avevamo sentiti tempo fa
    Avrei bisogno del tuo auto mi serbirebbe un migration agent

  92. Denis Busi ha detto:

    ciao piacere Denis volevo un informazione io sono un personal trainer ho preso l attestato al c.o.n.i io ho chiamato in sede a Roma e i hanno detto che è valido anche in Australia come posso fare per dimostrarlo qua grazie in anticipo Denis

    • Dome ha detto:

      Ciao Denis, non ho idea di cosa sia necessario per convalidare il tuo attestato. Hai domandato direttamente indicazioni alle palestre? Magari loro sanno cosa si debba fare. Altrimenti potresti chiedere supporto ad un migration agent.
      Ciao!

  93. Mario ha detto:

    Ciao dome,io ho il visto working per un anno e sto qua da 6 mesi in australia,posso rinnovarlo lavorando adesso?

  94. Mario ha detto:

    Voglio dire bastano 3 mesi lavorativi in tutto l’anno giusto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *