Che si fà per campare…

On 15 marzo 2008, in Australia, by Dome

Da che non lavoro più in pizzeria ho cercato altri lavori per mettere da parte altri soldi e per tenermi occupato alcuni giorni della settimana. In realtà non ho dovuto fare grandi ricerche perché il lavoro lo trovato in “casa”, da piccoli lavoretti, quali mettere a posto un rubinetto che perde o fare manutenzione sui computer della reception ad altri più impegnativi sia dal punto di vista tempistico che fisico quale il dipingere a nuovo il pavimento del cortile, per giunta ben 2 volte perché la prima si è rivelata un bello spreco di qualsiasi risorsa per via del pessimo cemento che non ha permesso alla pittura di atticchire come avrebbe dovuto. Poco importa visto che alla fine il lavoro è stato ben apprezzato sia dal boss che dagli altri ragazzi dell’ostello.
Ma le mie esperienze lavorative non si sono fermate solo a quanto appena citato bensì ho avuto l’occasione di far parte di un team specializzato nella costruzione di tendoni da circo, utilizzati nel mio caso come una sala disco per il Future Music Festival, evento al quale ho potuto partecipare in modo gratuito in quanto facente parte dello staff.
Non poteva andarmi meglio di così: a questa giornata di sola musica elettronica hanno fatto parte parecchi artisti, chi più chi meno conosciuti, ma in particolare i “Fratelli chimici” che come loro solito non hanno tradito le attese dei 30mila (o forse anche più) giovani che hanno ballato al ritmo della loro musica. Me compreso. Incredibile spettacolo, capace di coinvolgere tutti i sensi per farti vivere un’esperienza unica, perché non c’è altro modo per descrivere l’atmosfera che si è creata quando i due hanno cominciato a far suonare i loro pezzi mescolati a ricercati effetti di luci ed immagini che mi hanno rapito e accompagnato per le 2 ore di concerto. Provare per credere!

Related Posts with Thumbnails
Tagged with:  

One Response to Che si fà per campare…

  1. Patrizia ha detto:

    Ciao Dome!
    Quasi non ti riconosco: ti godi un mese di vacanza, vai a ballare musica elettronica… Se non fosse per quelle buone abitudini di non sprecare il cibo e arrangiarti a fare di tutto direi che l’Australia ti ha dato alla testa: cosa peralrto non completamente negativa, intendiamoci!!
    Buon proseguimento e buona Pasqua dalla solita (ma non per me: vedi mail privata!) Portogruaro! Un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *