Medicare – Copertura sanitaria

On 8 agosto 2012, in Australia, Consigli, by Dome

Il governo australiano ha firmato degli accordi di reciprocità Sanitari (RHCA) con i governi del Regno Unito, Svezia, Paesi Bassi, Finlandia, Belgio, Norvegia, Slovenia, Malta ed Italia. Questi accordi danno diritto a limitati servizi sanitari agevolati per il trattamento medico necessario durante la propria visita in Australia.

I visitatori italiani devono essere residenti e cittadini (quindi avere la copertura del nostro SSN) e saranno coperti da Medicare per un periodo di sei mesi dalla data di arrivo in Australia, quella del timbro sul passaporto.

Tale convenzione RHCA copre ciò che è “medicalmente” necessario, ovvero, qualsiasi malattia o infortunio che si verifica mentre si è in Australia e che richiede un trattamento prima di tornare a casa.

A cosa si ha diritto?

Come residente italiano si ha diritto a quanto segue per qualsiasi malattia o infortunio che richiede un trattamento mentre si è in Australia:

 Trattamento come in-patient (con almeno una notte in osservazione) o out-patient in un ospedale pubblico
 Medicine agevolate sotto il Pharmaceutical Benefits Scheme (PBS)
 Benefici Medicare per trattamenti medici out-of-hospital forniti da medici con ambulatori privati e centri sanitari comunitari.

I Benefici Medicare  di solito pagano:

 copertura completa dei costi per i servizi dei medici generici
 85% della tariffa per altri servizi out-of-hospital
 75% della tariffa di in-hospital

Cure in Ospedale

Se si viene trattato come un paziente pubblico in un ospedale pubblico per il trattamento medico necessario, quest’ultimo è gratuito. È sufficiente mostrare il passaporto o la carta di reciproca assistenza sanitaria (la Medicare Card) al personale quando si arriva in ospedale. Se si sceglie di essere trattato come un paziente privato in un ospedale pubblico o come paziente privato in una clinica privata per il trattamento medico necessario, verrà addebitato il costo sia per il trattamento medico che per l’alloggio. Queste spese non possono essere rivendicate al Medicare.

Cure fuori dall’Ospedale

È possibile ricevere cure mediche attraverso studi medici privati e centri sanitari comunitari. I medici di queste pratiche si fanno pagare per i loro servizi in uno dei seguenti modi.

 il medico addebita le spese mediche direttamente al Medicare

Vi verrà chiesto di mostrare la tessera sanitaria Medicare e dopo aver fatto la visita con il medico di compilare e firmare un modulo per il bulk bill Medicare. Non dovrete pagare nulla e non sarà necessario presentare un rimborso al Medicare. Tuttavia non tutti i medici australiani che lavorano nel privato fanno bulk bill.

“Bulk billing” significa che il vostro medico invia il suo addebito direttamente a Medicare, accettando i rimborsi Medicare come saldo totale delle sue prestazioni. Se il vostro medico emette una parcella “bulk bill”, non vi può addebitare voci ulteriori quali tassa di prenotazione, spese amministrative, gestione dati o bendaggi. Tuttavia, potrebbero esserci addebiti ulteriori per alcune vaccinazioni.

 il medico ti fa una fattura

I medici che non fanno bulk bill vi richiederanno di pagare l’importo al momento della visita. In questo caso è possibile pagare il conto totale subito o di presentare il conto non pagato con Medicare.

Cosa non copre la Medicare?

  • medicine non sovvenzionate dal PBS
  • cure organizzate prima dell’arrivo in Australia
  • alloggio e cure mediche in un ospedale privato
  • alloggio e trattamento medico come paziente privato in un ospedale pubblico
  • servizi di ambulanza
  • visite odontoiatriche e trattamenti (ad eccezione di specifiche voci facenti parte del programma della gestione delle malattie croniche (CDM))
  • fisioterapia, terapia occupazionale, logopedia, terapia dell’occhio, servizi di chiropratica, podologia o psicologia (ad eccezione di specifiche voci facenti parte del programma della gestione delle malattie croniche (CDM))
  • agopuntura (salvo in casi di richiesta specifica del medico)
  • occhiali e lenti a contatto
  • apparecchi acustici e altri apparecchi
  • il costo di protesi
  • spese mediche per le quali qualcun altro è responsabile (ad esempio un assicuratore di compensazione, un datore di lavoro, un organismo governativo o di governo)
  • servizi medici che non sono clinicamente necessari
  • l’intervento chirurgico solo per ragioni estetiche
  • esami per l’assicurazione sulla vita, fondi pensione o di appartenenza a società
  • assistenza domiciliare

È possibile stipulare un’assicurazione sanitaria privata per coprire molti di questi servizi.

Ma come faccio ad iscrivermi al Medicare?

Per iscriversi al Medicare è necessario presentarsi di persona ad uno dei tanti uffici con:

 il passaporto e un visto valido

 in alcuni casi è richiesto di fornire un documento che dimostri di essere iscritti al sistema sanitario nazionale del vostro paese. Tale documento va richiesto prima della partenza allo sportello dell’ASL in cui si dichiara di rinunciare alla copertura sanitaria su territorio nazionale perchè andrete in Australia; in tale modo il vostro medico di base non riceverà il rimborso statale a vostro nome ma si copriranno le eventuali spese Medicare al SSN australiano.

Se la vostra applicazione Medicare verrà approvata si riceverà la tessera sanitaria per posta entro una decina di giorni.

Se si dovesse riceve un trattamento prima di iscriversi alla Medicare, i benefici saranno rimborsati una volta che l’iscrizione sarà completata.

Qualora, in caso d’urgenza, vi doveste rivolgere ad una struttura privata non convenzionata, al rientro in Italia si può richiedere l’eventuale rimborso all’ Ufficio Convenzioni Internazionali allo 0547/352452, presentando la documentazione attestante il pagamento delle prestazioni ricevute all’estero e la copia delle cartelle cliniche o di idonea certificazione sanitaria giustificativa. Per “urgenza” s’ intende situazioni “comportanti, in mancanza di idoneo e tempestivo intervento curativo, non ottenibile presso strutture pubbliche o convenzionate, pericolo di vita o di aggravamento della malattia”.

 

Maggiori informazioni direttamente sul sito governativo www.medicareaustralia.gov.au

Related Posts with Thumbnails
Tagged with:  

171 Responses to Medicare – Copertura sanitaria

  1. Christian ha detto:

    Ciao Dome,
    davvero complimenti x il blog.
    Io il mese prossimo mi trasferisco a Melbourne x 5 mesi con un visto 442 Occupational Trainee Visa, già in mio possesso (non ti dico la burocrazia assurda x ottenerlo…)
    Volevo chiederti un paio di info su Medicare..
    Innanzitutto, sono andato all’ASL di Milano per chiedere il foglio da presentare all’ufficio Medicare quando arriverò in Australia e mi hanno dato un foglio firmato che si chiama “attestato rilasciato ai sensi e per gli effetti dell’accordo italo australiano in materia di assistenza sanitaria”… non ne sapevano molto all’ASL.. la mia domanda è: va bene x ottenere la medicare card?
    In teoria non dovrei andare qualche giorno prima di partire a farmi sospendere il medico?
    Altra cosa: ho capito bene che l’ambulanza non è inclusa nel Medicare? quindi “se” (tocchiamo ferro) ho bisogno di un’ambulanza mi tocca pagare?
    Secondo te la Medicare è sufficiente o è meglio farsi anche un’assicurazione privata?
    Grazie mille.

    Christian

    • Dome ha detto:

      Ciao Christian, complimenti per il visto e la pazienza per ottenerlo! 🙂
      Di norma le ASL non sono al corrente di questi form ma tant’è il sistema sanitario che ti rilascia un foglio in italiano che non ha alcun senso dal momento che servirà in terra anglofona. Sorvoliamo. Diciamo che tu hai fatto il tuo dovere da buon cittadino e sei apposto così non serve fare altro. Quando arriverai in Australia vai in un qualsiasi centro Medicare per fare la registrazione; ti basterà esibire il passaporto con il timbro/label del tuo visto e il gioco è fatto.
      Eh già, come sottolineato non c’è copertura per l’ambulanza, quella è a carico dello sfortunato e per quanto ne sappia è anche costosetta. Per mettersi il cuore in pace ed essere coperti laddove il Medicare non arriva bisogna stipulare un’assicurazione privata, sta a te decidere se farla con una italiano o australiana.
      Ciao!

      • Christian ha detto:

        Grazie per la tua spiegazione!
        Avresti qualche compagnia di assicurazione da consigliarmi o con cui hai già avuto a che fare?
        Poi approfitto della tua gentilezza x farti un’altra domanda.. Io quando arrivo a Melbourne penso di stare qualche giorno in albergo finchè non trovo casa.. ma la Medicare Card me la spediscono? non posso ritirarla lì dove la richiedo?
        [PS: hai qualche contatto a Melbourne x affittarmi una camera? oppure conosci qualche sito dove poter cercare alloggio? ]
        Grazie mille

        • Dome ha detto:

          Dovresti sentire cosa propone la tua attuale assicurazione (quella con cui paghi l’RCA ad esempio, come feci io) e poi confrontare con quelle che trovi in internet. Puoi anche pensare di stipularne una quando sarai già in Australia alla fine dei primi 6 mesi. Purtroppo non ne ho nessuna in particolare da consigliare.
          La Medicare te la spediscono per forza via posta per cui considera di scrivere l’indirizzo dell’alloggio in cui soggiornerai, hotel compreso.
          Per le camere da affittare dai un occhio a gumtree.com.au, realestate.com.au e domain.com.au
          Ciao!

      • francesco ha detto:

        Ciao. Ho deciso di parritre e Vorrei realizzare dei servizi video per ogni cosa che faccio, vorrei inoltre fare tutto quello che di solito fanno i giovani che vengono in australia, mi spiego meglio: raccogliere la frutta, lavorare nei pubs o anche il lavoro in miniera. Vorrei riuscire a fare e raccontare tutto quello che vive un ragazzo che decidere di partire.

        Quindi vorrei riuscire a capire periodi e luoghi giusti per ogni cosa. Mi hanno detto che forse per l’estate è meglio andare a Perth per poi trasferirsi solo dopo a Melbourne o Sidney. Mi puoi dare quache informazione? Grazie

        • Dome ha detto:

          Ciao Francesco e bella questa idea di fare dei video! A mio avviso forse è meglio andare nella costa east, la più frequentata, nel pieno del periodo estivo (dicembre-febbraio) e poi muoversi nel west coast dove il clima è più mite e favorevole. Inoltre devi informarti bene quali sono i periodi più gettonati per fare l’harvest (raccogliere frutta e verdura). La zona a sud di Perth, Margaret River, per quel che ne so offre parecchie opportunità specie per la raccolta dell’uva la produzione del vino. Per le miniere o la raccolta delle perle/pesca meglio rimanere nel Western Australia, nella zona nord.
          Ciao!

        • Dome ha detto:

          Ciao Francesco e bella questa idea di fare dei video! A mio avviso forse è meglio andare nella costa east, la più frequentata, nel pieno del periodo estivo (dicembre-febbraio) e poi muoversi nel west coast dove il clima è più mite e favorevole. Inoltre devi informarti bene quali sono i periodi più gettonati per fare l’harvest (raccogliere frutta e verdura). La zona a sud di Perth, Margaret River, per quel che ne so offre parecchie opportunità specie per la raccolta dell’uva la produzione del vino. Per le miniere o la raccolta delle perle/pesca meglio rimanere nel Western Australia, nella zona centro e nord.
          Ciao!

  2. Christian ha detto:

    Dopo i 6 mesi???????

    • Dome ha detto:

      O si fa un viaggetto, chessò, a Bali per poter riattivare altri 6 mesi al ritorno o ci si fa un’assicurazione privata.
      Ciao!

      • Kevin ha detto:

        Ciao Dome, sono arrivato in Australia da circa due settimane ed ho appena fatto l’application per la medicare card. All’ufficio medicare mi hanno detto che l’unica cosa da fare è uscire anche per un solo giorno dall’Australia per poi essere in condizione di poter avere altri 6 mesi altrimenti si rimane senza.
        Fino a qui tutto chiaro se non fosse per un ragazzo italiano che mi ha detto che una volta scaduti i 6 mesi, se non si esce e poi si rientra in Australia, il governo australiano scalerà una somma di denaro di circa 300$ al mese per poter continuare ad avere servizi sanitari! E vero o no!?

        • Dome ha detto:

          Ciao Kevin, nulla di quanto ti ha detto quel ragazzo italiano è vero. Segui i consigli che ti hanno dato all’ufficio medicare e sarai coperto per altri 6 mesi senza problemi.
          Ciao!

          • Milo ha detto:

            Ciao Dome ho scoperto che nel WA a circa 600 km da Perth esiste uno stato indipendente “Hutt River” seio andassi lì varrebbe come rinnovo per la medicare?

          • Dome ha detto:

            Ciao Milo, se ne dicono tante su Hutt River… se riesci a farti mettere un timbro sul passaporto di uscita ed entrata dall’AU allora si!
            Ciao!

  3. Lucia ha detto:

    Ciao Dome,
    dovrei passare alla mia ASL (già mi viene da ridere perchè so che non sapranno assolutamente di cosa sto parlando.. a parte ciò..), e sono andata sul sito australiano, ma ho visto c’è da completare un form, invece tu parli di andare in un ufficio. E’ uguale immagino, a seconda che la richiesta sia via internet o di persona all’ufficio.. Ma no ho trovato un elenco di uffici Medicare in cui posso richiedere la carta.. sono imbranata io?
    Grazie mille della disponibilità
    Lucia

    • Dome ha detto:

      Ciao Lucia, per facilità ti consiglio di andare direttamente in un qualsiasi Medicare Centre. Una volta che sarai nella city e non dovessi trovarne uno nel giro di 10 minuti domanda al primo che incontri per strada 😉
      Ciao!

  4. Lucia ha detto:

    http://humanservices.findnearest.com.au/

    Appena ti ho scritto ho trovato!!! Dovrebbe essere sul link che ho postato!! Mi hai portato fortuna!! 😉

  5. lila ha detto:

    ciao!
    se volessi andare in ausralia durante la mia gravidanza e far nascere il bambino li, medicare copre le spese sanitarie? andrei in un ospedale pubblico ovviamente! vedo solo notizie riguardanti bimbi già nati da inserire nella propria medicare ecc.. quindi posso farlo nasere lí o mi conviene farlo nascere in Italia aspettare qualche tempo e poi andare giù??
    grazieeeee

    • Dome ha detto:

      Ciao Lila, se pensi di partire con un WHV sappi che questo visto impedisce di avere figli a carico, quindi dopo la nascita sarai costretta a partire. A mio avviso meglio rimanere in Italia perché saresti più sicura anche per quanto riguarda le spese ospedaliere. La medicare per i non-resident non copre proprio tutto e ricorda inoltre che le cure del nostro sistema sanitario italiano, in quanto ad accessibilità, è una delle migliori al mondo.
      Ciao!

      • mario ha detto:

        che tipo di assicurazione devo fare per un visto 457?
        Ciao Grazie!

        • Dome ha detto:

          Ciao Mario, è necessario stipulare un’assicurazione privata per poter ottenere il visto sponsored. Devi inoltre dichiarare se la copertura sarà da estendere anche ad altri componenti della famiglia (semmai non applicassi solo per te stesso).
          Ciao!

  6. Alex ha detto:

    Ciao Dome ti avevo scritto il mese scorso per chiederti delle info .. Grazie ai tuoi consigli siamo riuscito ad organizzarci e quindi il 2 gennaio si parte .. Passaporto fatto.. Visto arrivato.. Biglietto solo andata fatto..Mi domandavo solo se il tax number in che ufficio si deve fare? Ciao gran blog !

  7. aly ha detto:

    ciao, io sono appena tornata dall italia dopo che non mi hanno accettato il secondo visto, ora sto facendo l applicazione per il secondo visto pero mi chiedevo una cosa, io ho pagato scuola e assicurazione , l assicurazione per 7 mesi perche il mio visto e di 13 e quindi contavo i sei mesi di medicare, me lo contano? o mi faranno storie?

    • Dome ha detto:

      Ciao Aly, la Medicare è sufficiente. Ma non capisco bene la tua situazione: ora sei Oz ma con uno student visa in attesa che ti venga approvato il 2WHV?

  8. daniela monacelli ha detto:

    ben trovato Dome! dopo ore di navigazione forse sono finita nel posto giusto!! i primi giorni di febbraio sarò ad adelaide in visita da parenti con mio fratello e (problema!) mio padre ottantunenne. Non riesco a trovare il modo di assicurarlo per la copertura sanitaria causa l’età, visto che grazie a Dio è in perfetta salute. qualcuno addirittura mi ha accennato ad una sorta di visto sanitario necessario in Australia per chi ha superato i 75 anni…ma al momento del visto turistico non mi è stato detto niente…sono nel pallone!
    grazie per l’attenzione…!

    • Dome ha detto:

      Ciao Daniela, per quel che so la Medicare copre tutti i cittadini italiani dal momento che il nostro sistema sanitario nazionale no fa differenze sull’età. Per caso hai letto di queste restrizioni da qualche parte? Così indago per trovare una risposta definitiva.
      Ciao!

      • daniela monacelli ha detto:

        ciao Dome, infatti non ho trovato nulla di scritto sui vari siti governativi, anche se c’è da dire che il mio è un inglese scolastico…comunque mille grazie, sei stato gentilissimo!

  9. alex ha detto:

    Ciao Dome! io doveri richiedere un WHvisa verso fine estate, quest-anno mi diplomo.
    Avrei delle perplessita per quanto riguarda il mio stato di salute.
    Premetto che sono un ragazzo come chiunque all-apparenza attivo,lavoro e pratico sport, ma . sono affetto da una malattia ereditaria e mi chiedevo se questo potesse in qualche modo influire sulla concessione del visto e inoltre se questo puo crearmi dei problemi per ottenere il medicare.
    Spero che tu possa darmi qualke risposta !!!
    GRZ!!!

    • Dome ha detto:

      Ciao Alex, non credo proprio che la tua malattia possa privarti del WHV, anche perché l’Australia non è poi così dannatamente razzista. Non sapendo se tu necessiti di medicinali particolari, in questo caso portati dietro una ricetta del medico in cui c’è chiaramente scritto qual è il principio attivo del farmaco perché rischieresti di non trovare o comprare il medicinale. Per il resto la medicare non ti viene negata.
      Ciao!

      • alex ha detto:

        Ti ringrazio per la tua risposta Dome, ora sono piu sereno.
        Ho voluto farti questa domanda perche ho letto che per richiedere il visto ti chiedono se hai precedenti penali o problemi di salute.
        posso capire x i precedenti e mi sembra piu che giusto preservare la sicurezza nazionale, ma una malattia e un qualcosa sul quale tu nn puoi farci nulla ci nasci e ci cresci, nn e una tua volonta ma ahime ci devi convivere.
        Cmq complimenti per il blog!!!
        Ciao!!

        • Dome ha detto:

          Ciao Alex, in effetti nel questionario di richiesta del visto ti vengono poste certe domande e per quanto riguarda lo stato di salute lo fanno per sapere se sei un incubatore di malattie potenzialmente letale per la delicata flora e fauna australiana.
          Ciao!

  10. isabella ha detto:

    ma non basta avere dietro la tessera sanitaria italiana per attivare medicare in australia? da qualche parte ho letto questo…

    • Dome ha detto:

      Ciao Isabella, considera che gli impiegati del Medicare non hanno alba di cosa sia la tessera sanitaria italiana, quello che a loro preme sapere è la tua nazionalità e di quale visto sei in possesso. Per non avere scomode sorprese segui le indicazioni indicate nel post.
      Ciao!

  11. anna ha detto:

    Ciao, avrei bisogno della seguente informazione :
    mio figlio è in Australia dal 03/12/2012 con visto Working holiday durata 12 mesi prima di partire ha fatto l’estesione di 6 mesi con il servizio sanitario italiano e poi in australia la medicare-ora scaduti i sei mesi sia in italia che in australia non rinnovano l’estensione .
    cosa si può fare per avere assistenza sanitaria- (ha lavorato in questi mesi ma ora è scaduto il contratto ed è in attesa di andare nelle farm per avere diritto al secondo visto.)
    spero nel tuo auto.
    grazie
    ciao

    • Dome ha detto:

      Ciao Anna, l’unico modo per avere altri 6 mesi di copertura medicare è uscire dall’Australia e rientrare. Basta anche un solo giorno ma sul passaporto deve apparire il timbro d’uscita e poi di nuova entrata dell’immigrazione. Alternativa è farsi un’assicurazione privata.
      Ciao!

  12. Nicola ha detto:

    Ciao Dome,
    vivissimi complimenti per come è strutturato il tuo sito, veramente utile a chi come me partirà per verso l’Australia, piu precisamente per Sydney il 23 settembre!!!!!!!!
    Si trova goni cosa e sei preparato un pò su tutto!!!!
    Io sono geometra ma di questi tempi sappiamo come è la situazione in Italia…parto con la mia ragazza, entrambi 25 anni con un whv…di sera faccio il pizzaiolo e spero che in ambito lavorativo inizialmente questo potrebbe essere un punto a favore, pizzaioli italiani a Sydney sono abbastanza ricercati!!!!
    Avrei infine un quesito da porti: so che esiste in AU il “Centrelink” che offre servizi come corsi di inglese gratuiti ad immigrati, aiuta gli stessi nella ricerca del lavoro ecc., ma in alcuni forum ho visto che questi servizi non possono essere sfruttati dai possessori del whv…tu ne sai qualcosa? magari farò meglio a recarmi di persona una volta a Sydney!!!
    Rinnovo i complimenti…ciao grazie
    Tu sei tutt’ora in Australia?

    • Dome ha detto:

      Ciao Nicola, il Centrelink è un servizio governativo per gli immigrati in possesso di visti non “turistici/student”, quindi il WHV non è compreso. Ci sono tuttavia dei corsi di inglese gratuiti sostenuti da professori alle prime armi. Onestamente non ricordo più dove e quando vengono effettuati ma ricordo che la durata era breve, tipo uno o due settimane; tempo irrisorio se uno parte da zero e qualità dell’insegnamento basso per uno che già se la cava con la lingua.
      Semmai volessi studiare inglese a Sydney fammi sapere che ho qualche contatto.
      Ciao!

      • Marisa ha detto:

        Ciao Dome sono in Australia da tre mesi e ho il passaporto australano ma non parlo bene l’inglese il Centralink può inserirmi nei corsi gratuiti di inglese? grazie e complimenti per la tua disponibilità.
        Marisa

  13. Diego ha detto:

    Ciao Domeico,
    sono a Sydney da 4 mesi con il whv ed ho fatto la medicard appena arrivato. Avevo intenzione di rinovarlo per altri 6 mesi e quindi tra poco vado alle isole Fiji. La mia domanda è la seguente: Se esco dall’Australia prima dei sei mesi, da quando parte il rinnovo della Medicard per altri 6 mesi?
    Cerco di essere più chiaro, l’estensione della medicard per altri sei mesi parte dal momento in cui rientro in Australia, dal momento in cui richiedo l’estensione oppure scatta autometicamente dopo i 6 mesi?
    grazie 1000
    …Let me know…

    • Dome ha detto:

      Ciao Diego, in teoria la Medicare scatta dal momento che rientri in Australia ma fatti comunque un giro in un centro Medicare per chiedere conferma.
      Buone Fiji!
      Ciao!

    • Francesco ha detto:

      Ciao Diego, ottima domanda. Sei poi passato da Medicare per chiedere conferma come consigliato da Dome? Uscendo e rientrando dal Paese, e quindi con un nuovo timbro sul passaporto, si riesce ad estendere la copertura. Grazie per l’aiuto.

      • Diego ha detto:

        Ciao Francesco, confermo quanto detto da Domenico: la medicare parte dal momento del timbro di rientro in Australia, per altri 6 mesi. Ma devi andare in un centro medicare x fartela rinnovare. ciao

  14. emanuele ha detto:

    ciao dome!…a settembre partirò in australia a fremantle di preciso..volevo chiederti visto che siamo a luglio se potevo già presentarmi alla asl….un altra domanda…ma cosa devo dirgli all asl? grazie! 🙂

    • Dome ha detto:

      Ciao Emanuele, puoi presentarti all’asl una settimana prima della partenza. Devi richiedere la sospensione della copertura sanitaria in Italia perché intendi trascorrere i prossimi 6 mesi (questo è il periodo di estensione massimo) in Australia. Facile che l’impiegato non sappia nemmeno di cosa tu stia parlando.
      Ciao!

  15. […] tessera di iscrizione  e poi aspettare 10 giorni l’arrivo della suddetta. (Più info qui e qui )Peccato che io in Australia stia solo 16 giorni. E allora? Partendo senza nulla avrei causato un […]

  16. Andrea ha detto:

    Ciao Dome ! Volevo qualche suggerimento ,visto la tua esperienza in australia ,premessoche ho fatto il visto e sto preparando gli ultimiti dettagli ,ma la mia idea e quella di andare a sydney una settimana in un albergo e poi trovarmi un ostello ,dove so che molti di questi ostelli ti trovano lavoro nelle farm o altri lavoretti per iniziare !! La mia domanda è visto il periodo di partenza inizi ottobre pensi che troverei difficolta a sydney o e meglio iniziare altrove ??? Grazie anticipatamente !!

    • Dome ha detto:

      Ciao Andrea, perché non parti subito in un ostello a Sydney senza andare in albergo che ti costa una fortuna? Inoltre gli ostelli che fai riferimento tu si chiamano “working hostel” e non li trovi a Sydney perché bisogna spostarsi nelle zone rurali, ossia lontane dai centri abitati, in campagna! Se la tua idea è iniziare subito nelle farm allora considera di muoverti verso il Queensland, South Australia, nel Nord Victoria o nel Sud del Western Australia.
      Ciao!

  17. Sabrina ha detto:

    Ciao,
    il prossimo 10 novembre parto in Australia a trovare un’amica e mi fermerò per circa due mesi. ho fatto il vsta da turista, quello elettronico che rilasciano all’emissione del biglietto.
    Ora per la copertura sanitaria cosa dovrei fare? é già inclusa nel vista grazie al’accordo tra italia-australia? la tipa dell’agenzia dove ho fatto il biglietto mi ha parlato di un assicurazione di 270 euro… sapresti darmi qualche informazione in più?
    non so proprio cosa fare.

    Grazie

    Sabrina

  18. matteo ha detto:

    Ciao complimenti per il sito è veramente strutturato bene.
    Volevo chiederti se ci sono dei modi per ottenere il medicare on-line perché mi trovo a byron bay e un funzionario australiano mi ha garantito che anche qua ci sarebbero stati degli uffici e invece ninte.
    Stupido io che mi sono fidato.

    grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Matteo, in Byron Bay non esiste un centro Medicare. Il più vicino è Ballina, a seguire Lismore e Tween Heads. Purtroppo sono in viaggio e non ho tempo per mettermi a vedere a fondo la questione “online” ma hai visto se trovi risposta a questo indirizzo?
      Ciao!

  19. leti ha detto:

    Ciao! sto cercando di organizzare la mia partenza per l’australia…per circa 9 mesi. volevo chiederti una cosa..devo fare analisi del sangue ogni 3 mesi per alcuni controlli. visto che si tratta di trattamenti precedenti al mio arrivo, da quanto leggo, non sono coperti da medicare. hai idea di quanto possano costare? grazie

  20. camilla ha detto:

    Buongiorno a tutti, non so se sia giusto chiedere qui, ma non ho trovato olte informazioni a riguardo nel web.
    Io entro fine gennaio 2014 devo partire per Melbourne, dove studierò per 2 anni. Quindi sarò in possesso dello Student Visa.
    Il problema è che dovrei subire un intervento chirurgico piuttosto urgentemente. Data l’attesa minima di 6 mesi per ottenere disponibilità qui in Italia, pensavo di farlo in Australia.
    Le domande sono:
    -con lo Student Visa posso prendere la Medicare Card? Sarebbe utile nel mio caso? Avete ulteriori consigli?

    Grazie mille in anticipo

    • Dome ha detto:

      Ciao Camilla, con lo student visa non sei coperta da Medicare ma devi farti un’assicurazione privata. Detto ciò non so se ti conviene sostenere l’operazione in Oz, dovresti controllare il costo e poi valutare se è sostenibile.
      Ciao!

  21. Fabio ha detto:

    Ciao Dome, molto interessante questo articolo.. avrei una domanda: sono diabetico e ho letto che rientra nel programma CDM e quindi che potrei ricevere l’insulina direttamente in Australia, ho capito bene?? immagino ci siano altre cosa da fare oltre alla solita iscrizione presso un ufficio Medicare, giusto?? Grazie in anticipo.

    • Dome ha detto:

      Ciao Fabio, nei dettagli non saperi addentrarmi, a naso direi che c’è bisogno che tu abbia una lettera scritta del tuo medico in cui viene affermato che sei diabetico e che hai bisogno di accedere al supporto di insulina. In qualche maniera il tuo medico deve sapere cosa fare in quanto bisogna rendere chiaro che il nostro SSN pagherà quello australiano per le necessità di cui hai bisogno.
      Ciao!

  22. davide ha detto:

    Ciao Dome, bella idea il blog, spero che sia la sezione giusta..!!
    leggevo un po’ della medicare, magari riesci a consigliarmi;
    sono in tasmania con la mia ragazza che è in possesso di medicare e necessita cure odontoiatriche, ho letto che alcune malattie croniche vengono passate, il suo è un problema risalente a più di 6 mesi addietro.
    consigli di informarsi in ospedale, fare una visita da in GP ed eventuale visita specializzata da dentista oppure stipulare una copertura assicurativa tipo BUPA per avere le cure richieste senza spendere un capitale (ne consigli una in particolare?)
    IL RIENTRO IN ITALIA è PREVISTO TRA 1-2 ANNI..
    thanks, davide

    • Dome ha detto:

      Ciao Davide, non è considerata cronica una malattia di soli 6 mesi. Inoltre le cure odontoiatriche non sono coperte da Medicare, quindi ti conviene stipulare un’assicurazione privata. La BUPA va benissimo.
      Ciao!

  23. Viviana ha detto:

    Ciao Domenico! Complimenti per il sito! Ho una domanda da porti. A Settembre partirò per Sydney con un occupational trainee visa (402) che ancora devo ottenere. Tra i mille moduli richiesti, si parla anche di assicurazione sanitaria. So che in quanto cittadina italiana posso usufruire del programma MEDICARE, ma insieme all’application che dovrò inviare al Immigration Department dovrò anche fornire il seguente documento… “evidence that you have anrolled with Medicare if your country has a reciprocal health arrangement with Australia”. Come faccio a fornire ciò se l’iscrizione si effettua personalmente ad uno degli uffici in Australia?
    Grazie mille!!!

    • Dome ha detto:

      Ciao Viviana, come già sai noi italiani abbiamo la copertura Medicare ma è valida per massimo 6 mesi. Se il tuo stay sarà superiore a questo periodo sarai costretta a fare un’assicurazione privata.
      Prova a scrivere un’email (vedi link) per sapere come poter iscriverti al Medicare prima di arrivare in AU in relazione al tuo visto 402.
      Tuttavia non essendo un migration agent non so se ci sono delle clausole specifiche per determinati tipo di visto.
      Ciao!

  24. alice ha detto:

    Ciao Domenico! Vivo in Australia da quasi due anni oramai, ho il secondo whv e qui ora sono attualmente fidanzata con un ragazzo francese che sta studiando e finita la scuola dovrebbe applicare per lo sponsor.
    Stiamo pensando seriamente di avere un bambino ma a novembre mi scade il visto e rientrerei in Australia con un tourist visa fino a che lui non avrà applicato per lo sponsor (e poi faremo il de facto).
    Se rimango incinta il medicare mi copre le spese mediche per la gravidanza?
    Vorrei scartare l’ipotesi di tornare in Italia solo per partorire e in più mi sono informata per le assicurazioni che puoi fare qua in Australia ma devi almeno averle fatte da 12 mesi e noi non vorremmo aspettare così tanto.
    Aspetto la tua risposta. Grazie mille

    • Dome ha detto:

      Ciao Alice, purtroppo non sono in grado di darti una risposta certa: in teoria dovresti essere coperta con la Medicare (sai che dura 6 mesi e per rinnovare devi uscire e rientrare in AU, vero?). L’accordo prevede la copertura per trattamenti medici “necessari” e a mio parere la pregnancy rientra in questo campo, non solo emergenze o infortuni per dirla in altre parole.
      Ciao!

  25. Fede ha detto:

    Dome Dome !! cosa succede se non ho la tessera sanitaria? mai vissuto in italia, ma sono cittadino, abitando a berlino, con il passaporto riesco ad avere il medicare?? arriverô a sett;
    Grazie
    federico

    • Dome ha detto:

      Ciao Fede, credo che tu possa anche fare a meno della tessera sanitaria italiana, pure la Germania rientra tra quei paesi con cui l’Australia ha siglato l’accordo bilaterale per la Medicare. Ma da qualche parte sarai pur iscritto per la copertura sanitaria, no? Non posso pensare che vivi a Berlino e non abbia un medico di famiglia!
      Ciao!

      • Fede ha detto:

        Ciao dome, il fatto è che sono italo/argentino, qui a berlino, se lavori, tu paghi la metta e il capo l^altra, adesso che ho smesso di lavorare, ho cancellato la assicurazione (sono circa 160euro se non lavori) e sto viaggiando con la macchina per l*europa, adesso proprio in francia, devo scendere in italia, e fare finta di vivere li un paio di settimane??
        Grazie

        • Fede ha detto:

          altra domanda, la francia rientra?? arrivero con una francese e una coppia d^italoargentini che abbitano a barcellona

          • Dome ha detto:

            Si la Francia rientra nell’accordo. Quello che ancora proprio non ho capito è dove risiedi, o meglio quale sia il tuo domicilio, perchè è quello che farà fede per l’ottenimento del Medicare.
            Ciao!

        • Ela ha detto:

          Posso fare una domanda ? Scusate capisco che il blog non è il più appropriato visto che si parla di Australia ma leggendo questo commento volevo chiedere informazioni sull’assicurazione sanitaria in germania . In particolare io dovrei trasferirmi e qui in Italia sono seguito per il diabete avrei quindi bisogno di forniture mediche ed insulina. La sanità italiana copre queste cose all’estero finché non trovo un lavoro che mi permetta di avere un’assicurazione medica tedesca? Ovviamente io dovrei prendere la residenza in germania , è possibile? E se devo stipulare una assicurazione sanitaria privata nel caso non fossi coperta come funziona? Quanto costa? Se potete darmi qualsiasi informazione , grazie in anticipo

          • Dome ha detto:

            Ciao Ela, mi spiace non poterti dare info utili ma io non ne so proprio nulla di come venga trattato il sistema sanitario se pensi di trasferirti in Germania. Se prendi la residenza ti dovrai poi iscrivere al servizio sanitario tedesco e a quel punto avrai un medico che ti seguirà anche per il tuo diabete. Nel frattempo sei comunque coperto dal SSN italiano grazie agli accordi europei. Faresti bene ad informarti direttamente presso il tuo medico curante che saprà certamente dare una chiara e migliore risposta ai tuoi dubbi.
            Ciao!

  26. Fede ha detto:

    Dome, Grazie veramente, so che sei giro e fai tempo da rispondere, veramente ti ringrazio, allora… per L^Italia ancora sono a berlino, per la germania non vivo piu li da 2 messi, ho lavorato fino al 31 DEC 2013, poi sono stato in giro sempre, Cile, Peru, Argentina, tornato ad aprile a berlino (5 giorni) a prendere il Nuovo E- passaporto all consolato, poi ho detto al municipio che non abito piu li, presso un treno e venuto in francia ad aspettare la mia GF (francese) che finisce il lavoro fra 10 giorni, poi forse giretto con la macchina, indonesia il18 Ago e il 13 Sett arriviamo a Gold coast, i miei amici che abitano a Barcellona arrivano il 20 Sett, dipende cosa mi dici tu, scendo in italia e mi inscrivo come residente, senno???? grazie grazie e grazie

    • Dome ha detto:

      Tano, c’è bisogno che tu ti iscriva all’anagrafe del “tuo” comune italiano per prendere di nuovo il domicilio e quindi essere poi in regola con il servizio sanitario italiano e quindi poi con il Medicare. Difatti semmai tu dovessi avere bisogno di cure che sono coperte dal Medicare quelle ti verrano poi rimborsate solo se il tuo nome rientra nei registri comunali del tuo domicilio (che dovrebbe essere quello riportato anche nel tuo passaporto).
      Ciao!

      • Fede ha detto:

        Wow, veramente complicato, allora mi sa che dovro pagare una assicurazione medica privata … =( comunque grazie per le risposte, e per fare questo blog !!!!

        • Dome ha detto:

          Non è troppo complicato, alla fine tutti dobbiamo avere un domicilio che comporta avere anche un medico di famiglia.
          Ad ogni modo, incrociamo le dita per la tua salute!
          Ciao tano!

          • Fede ha detto:

            si; ma allora devo scendere, a Roma, parlare con una famiglia che conosco, se posso dire che abito con loro, e poi?? in quanto tempo pensi che mi danno la tessera, lo sai?? perche non manca troppo tempo, fino al 18 ago, CIAO

          • Dome ha detto:

            questo non te lo so dire, i tempi non sono il forte della burocrazia italiana. Bisogna sentire l’ufficio dell’anagrafe cosa dice in merito.

  27. Fede ha detto:

    Dai, Grazie di tutto Dome …

  28. Sharon ha detto:

    Ciao!
    Ho una domanda che mi assilla da molto e che non trova risposta. Ho mandato mail a Medicare, ho chiamato, ho cercato sul sito dell’immigrazione ma non trovo nulla.
    Ho appena attivato il secondo WHV, ma non sono mai uscita dall’Australia. Con l’attivazione del 2WHV ho diritto ai primi sei mesi di Medicare non essendo mai uscita dall’Australia?
    Se si, a Novembre torno in Italia. Tornando qui agli inizi di gennaio, posso attivare gli altri sei mesi di medicare anche se sarei ancora coperta dai primi sei?
    Che confusioneee @.@

    • Dome ha detto:

      Ciao Sharon, l’attivazione della copertura Medicare si riattiva solo uscendo dal Paese. Il fatto che tu abbia rinnovato il WHV non ti permette di avere altri 6 mesi di assistenza sanitaria.
      Ciao!

  29. Luca ha detto:

    Ciao Dome! Innanzitutto complimenti per il blog! =) Il 30 Settembre partirò per Melbourne con un WHV,per la prima volta! Vorrei chiederti un paio di informazioni: una riguardante il TFN,perchè al riguardo non riesco a capire dal sito del governo se posso registrarmi dall’Italia o solo una volta lì.. l’altra domanda riguarda i corsi per la White Card (qui faccio l’imbianchino ed ho visto tra i siti di offerte di lavoro viene richiesta sempre nell’ambito dell’ediliza),vorrei sapere se puoi aiutarmi a capire in sostanza di che tipo di esame on-line si tratti,perchè leggo delle cose ma nei video illustrativi del sito sembra molto più semplice.. Ah,invece per Medicare posso fare tutto una volta arrivato da quanto ho capito?!
    Grazie mille per l’aiuto! Luca

    • Dome ha detto:

      Ciao Luca, il TFN lo puoi fare una volta atterrato in AU, stesso discorso per il Medicare. Mentre per la white card onestamente non ti saprei dare notizie, praticamente non ne so nulla salvo a cosa serva. Da quel che ho velocemente letto in internet è come un classico esame stile RSA (quello per servire alcolici nei pub per intenderci), quindi quando farai l’esame avrai una lezione prima e poi un test: se lo passi ti danno la white card. Immagino che i temi trattati riguardano la sicurezza e al pronto soccorso, quindi nulla di impossibile. Ovviamente l’inglese deve essere buono perché le lezioni e l’esame sono in lingua. Ma questo era dato per scontato immagino.
      Ciao!

      • Nicoletta ha detto:

        Ciao Dome…spero tanto tu mi possa aiutare…mio figlio 23 anni è partito con W H VISA il 23 novembre 2013, non ha fatto la pratica alla ASl ne quella medicare,che comunque ormai non potrebbe più ottenere … Come potrei proteggerlo da qui per gli ultimi tre mesi del suo soggiorno? Ora sta lavorando in FArm ,un suo amico si è fatto male ed io sono in ansia ….
        le assicurazioni che ho sentito mi dicono che ormai è in Australia e dall Italia non si può fare niente…mi puoi aiutare?
        Ps magari ti avessi letto prima della sua partenza e grazie comunque

        • Dome ha detto:

          Ciao Nicoletta, sei arrivata lo stesso qui da me, meglio tardi che mai, diciamo così!
          L’unica cosa che mi viene in mente è quello si stipulare un’assicurazione online. La regina tra quelle che si possono trovare in internet è la worldnomads (l’ho usata anche io nei miei viaggi così come tanti altri miei amici da zaino in spalle). Decisamente la più affidabile.
          E tranquilla, non succederà nulla al tuo pupillo 😉
          Ciao!

  30. Luca ha detto:

    Si si chiedono conoscenza base di inglese, quello che non mi era chiaro erano le modalità del test..cercherò qualcosa che possa sembrare affidabile su internet :).. Il TFN invece lo richiederò via internet o anche fisicamente in qualche ufficio? Thanx 🙂

  31. Luca ha detto:

    Grazie!:)

    • Dome ha detto:

      Forse questo ti aiuta a capire come si svolge la giornata:

      To obtain the card you will need to attend a one day occupational health and safety course (OH&S course) with an accredited trainer. The course involves lectures on site safety, how to keep the work environment safe and what to do in case you have an accident. The morning is normally spent studying with talks form your lecturer followed by a short assessment. Provided you have understood what you have been taught you should be able to pass with flying colours. The temporary certificate is issued at the end of the day and you receive the official plastic card in the post.

  32. Luca ha detto:

    Si si per quello ci sono ti ringrazio,solo ho visto (magari è recente come cosa) che si può ottenere anche con un corso online di circa 3 ore dove richiedono un inglese “base”,però non è ben chiaro il funzionamento dell’esame dopo aver seguito il video,non vorrei spender soldi inutilmente diciamo..ora ho mandato una mail sul sito per la WC,scriverò qui la risposta,magari tornerà utile a qualcuno! =)

  33. Luca ha detto:

    Ecco la risposta,mi sa che conviene perdere un giorno lì..
    “Hello

    Thank you for your enquiry.

    The White Card course is online, and can be completed from Italy.

    The Assessments consist of a Short Answer Assessment and a Verbal Assessment.

    The Short Answer Assessment is completed online, and consists of 35 questions.

    The Verbal Assessment requires you call our Assessors between 9:00 and 17:00 AEST. You can also leave a message with the Assessors to call you during these times.

    There is also a Document Upload stage which requires a Declaration form from our website filled in, along with a copy of a photo ID which has been Certified by an Authorised person in English.”

  34. Mario ha detto:

    Dome il tuo blog è veramente utile, complimenti!
    Vorrei chiederti un chiarimento:
    io devo stare la prossima estate (3.5 mesi) a Sidney per un progetto di ricerca dell’Università di Sidney. Pensavo di portare la famiglia ma visto il periodo di usare un visto turistico. Ora l’ambasciata mi suggerisce quello research and training (subclass 402) che dovrebbe estendersi a tutta la famiglia. Ma perché dovrei farlo? quale vantaggi potrei avere? o non ho bisogno di stare più di quel periodo. Inoltre vedo che costa più’ di 300 dollari.
    Inoltre la molte volte citate Medicare posso richiederla se avessi questo visto o devo fare una assicurazione privata?

    Una seconda questione è: mi pare che in una risposta hai accennato a consigli su corsi di lingua: io sto cercando qualcosa per mia moglie e per i due bambini (7-9 anni) in downtown Sidney (University of Sidney) tanto per unire l’utile al dilettevole. Hai qualche consiglio?

    grazie molte

    • Dome ha detto:

      Ciao Mario, purtroppo non hai possibilità di scelta per quanto riguardo il tipo di visto poiché il 402 è proprio fatto appositamente per il tuo caso. Da quel che capisco il costo delle pratiche dovrebbero essere messe a carico dell’università; il problema di fare un visto turistico per te è che non rientri nei requisiti per ottenerlo in quanto tu sarai ingaggiato dall’Università e quindi in qualche maniera stai lavorando.
      Per quanto riguarda la copertura sanitaria mi viene da dire che sareste tutti coperti dalla Medicare (di cui dovete far richiesta una volta in AU) e che non sia obbligatoria nessuna assicurazione privata.
      Per i tuoi figli non esistono college che li possano prendere in quanto troppo giovani. L’unica è vedere di trovare un international kindergarden ma in quel caso non sono sicuro se per quel periodo di tempo (3 mesi) sia possibile iscriverli e comunque è una scuola generica e non di inglese.

      Ciao!

      • Mario ha detto:

        Sei veramente gentile per la rapidità della tua risposta. Grazie.
        Solo ti chiedo ancora un tuo commento per quanto riguarda la scuola. Avevo sperato che tu avessi qualche dritta (magari per un adulto è diverso e hai dei suggerimenti?…). Per i bambini ho trovato qualche private English Teacher che offre una serie di lezioni anche a piccoli, però tu hai comunque qualche idea per gli international kindergarden a Sidney? finora non li ho trovati.
        Grazie ancora

        Mario

        • Dome ha detto:

          Ciao Mario, ho avuto modo di sentire un migration agent ma mi ha confermato che non è possibile trovare international kindergarden per un periodo così ristretto; il suo consiglio, come hai già citato tu, è trovare un insegnante privato.
          Se hai bisogno di trovare una scuola per la moglie a quel punto il gioco è più semplice per me, posso consigliarti e indirizzarti verso validi college.
          Ciao!

          • mario ha detto:

            Esatto almeno per lei se mi fai sapere ti ringrazio, proprio questa sera ho trovato un indirizzo per un qualche tipo di international kindergarden a questa pagina: http://www.detinternational.nsw.edu.au . Tu ne sai qualcosa? è una via che potrei percorrere? Vedo che vi sono delle fee per week (temporary resident) ma non sono certo su quale VISa richiedono.

            Grazie ancora

            Ciao

            Mario

          • Dome ha detto:

            Ciao Mario, purtroppo non è via che puoi prendere perchè chiaramente, come riporti, è valido solo per i temporary resident e il tuo visto non è considerato tale. Come confermato dall’agente con cui ho scambiato le informazioni l’unica via possibile è private tuitions.
            Per la moglie ho bisogno di sapere quanto più preciso il periodo in cui sarete a Sydney e il suo livello di inglese (a spanne, giusto per capire cosa proporle come corsi).
            Ciao!

  35. Mario ha detto:

    Ascolta ho ricevuto in queste ore anche una risposta dal sito delle scuole pubbliche di Sidney che ti avevo segnalato. L’informazione che mi giunge è ancora da verificare bene ma te la copio così come mi è arrivata (già con una serie di allegati documenti per iniziare la pratica):

    Dear Mr Baratta,

    Thank you for your enquiry.

    402 visa subclass holder are eligible to enrol in NSW government schools. Please refer to the attached information sheets for further details about how to enrol your children. I have also attached an Application form for an Authority to Enrol.

    If you have any further queries, please don’t hesitate to contact our office.

    Kind regards

    Katrina Vucetic
    Customer Service Officer
    Temporary Residents Program
    DEC International
    NSW Department of Education and Communities

    Cosa ne pensi? sono sulla strada giusta? in effetti questi temporary resident hanno diritto solo a 3 mesi di questo servizio con pagamento delle dee settimanali.

    Per quanto riguarda il discorso di mia mogli, mi chiedi il livello di inglese: certamente basico e scolastico, avendo nella sua vita utilizzato molto il francese e mai usato l’inglese. Quindi credo se se non beginner però comunque nei primi livelli.
    Il periodo è quello di seconda metà giugno – prima metà di settembre 2015.

    Grazie ancora per “l’assistenza”

    Mario

    • Dome ha detto:

      Ciao Mario, per quello che posso capire il visto 402 viene considerato un Temporary Visa. Il fatto che tu stia 3/4 mesi non so bene come venga gestito dalla scuola dove saranno iscritti i tuoi figli. Continua pure ad indagare meglio finché non otterrai la certezza dell’enrolment.
      Per la moglie ora indago e setaccio la miglior soluzione e ti faccio sapere.
      Ciao!

  36. mario ha detto:

    Grazie, per il temporary resident ho visto che questa opportunità viene data al max per 3 mesi, pagando come ti ho detto 250 $/week.
    Potrebb essere una chance per i due bambini per essere costretti a parlare un poco in inglese.
    Aspetto tue notizie e suggerimenti, se ti può essere utile io abiterò nei pressi dell’Università di Sidney a camperdown
    ciao

  37. giorgio ha detto:

    ciao dome:)volevo capire se ho capito bene:)per quanto riguarda il medicare, dopo i 6 mesi che hai “inclusi” nel visto (io ho un working Holiday) basta veramente uscire anche solo un giorno dall’australia o farsi un giro in una qualsiasi altra nazione per riavere diritto a altri 6 mesi gratuiti?

  38. Roberto ha detto:

    Ciao Dome. Grazie per questo Blog veramente utile…..Vorrei farti una domanda, io dopo 6 mesi che avro’ finito un corso di saldatura partiro’ x Mailbourn. Volevo chiederti una volta che sono li’ come muovermi tipo stare in ostello x qualche giorno finche’ non trovo lavoro o come funziona…sopratutto x cercare lavoro dove dovrei andare per iniziare non ho problemi ma mi piacerebbe lavorare come saldatore…. sai darmi qualche consiglio?

    • Dome ha detto:

      Ciao Roberto, all’inizio per ambientarsi è meglio stare in qualche ostello (vedi hostelworld per affittare un posto) e poi una volta capito come gira la ruota decidi dove è logisticamente ed economicamente trovare un alloggio più idoneo.
      Il lavoro lo si va cercando di porta in porta: nel tuo caso dovresti trovare un cantiere e domandare direttamente se hanno bisogno o se hanno nomi da consigliare.
      Ciao!

  39. Roberta ha detto:

    Ciao Dome, il tuo blog è molto interessante! Io partirò a Gennaio 2015 e in quanto diabetica vorrei sapere come funziona li.. l’insulina e tutto l’occorrente sono forniti gratuitamente? o devo pagare ogni volta che vado a ritirare tutto il necessario? aspetto una tua risposta.. per me è molto importante.
    Grazie!

    • Dome ha detto:

      Ciao Roberta, che io sappia i medicamenti per diabetici non sono forniti gratuitamente. Per ottenere prezzi scontati devi recarti da un GP e con la sua prescrizione recarti in farmacia dove potrai comprare l’occorrente. Ovviamente questo vantaggio lo si ha grazie all’accordo italo-australiano: dovrai prima di tutto far richiesta della Medicare Card.
      In internet ho trovato delle info comuni dove consigliano di registrarsi e diventare un membro del Diabetes Australia per avere ulteriori vantaggi (dicono che sia necessario per poter comprare a prezzo agevolato i tappi con gli aghi – perdona la poca precisione ma non sono prettamente pratico!).
      Per farti un’idea di spesa le linguette costano intorno ai $35 e stesso prezzo per un set di 25 penne (Novorapid & Levemir), la visita per la prescrizione altri $25-30. Riassumendo potresti spendere $100 per tutto l’occorrente se hai la Medicare Card, altrimenti considera di arrivare tranquillamente oltre i $350.
      Chiaramente è bene che tu parta con in borsa una lettera del tuo medico dove viene riportata brevemente la tua storia clinica, quale medicamento stai assumenti (marca) e con quale dosaggio: nulla di nuovo insomma, queste cose le sai meglio di me!
      Ciao!

      • monica ha detto:

        Ciao Dome,
        come Roberta ho lo stesso problema: ho il diabete e vado in Australia a fine aprile. Al momento però mi trovo in Cile e andrò da qui direttamente in Australia, senza passare per l’Italia, per cui non potrò recarmi agli uffici della ASL a richiedere la Medicare Card. Che tu sappia posso fare domanda dall’estero e farmela spedire? O è sufficiente la WHV per avere accesso alle copertura Medicare?
        Spero possa aiutarmi!

  40. Simone ha detto:

    Salve a tutti…mi trovo a Perth e qualche giorno fa sono stato aggredito e mi sono rimediato 4 punti sopra il sopracciglio. Sono stato trasferito nel royal Perth hospital e sono stato curato. Prima di mandarmi via il medico mi ha dato un foglio con su scritto che dovrei andare da un GP a farmi levare i punti. Io non ho medicare card ma un foglio fatto all ASL..ovvero la convenzione italo-australiana. La mia domanda é, una volta trovato il GP dovrò pagare? Senza medicare card quel foglio non vale niente?

    • Dome ha detto:

      Ciao Simone, mi dispiace sapere dello spiacevole accaduto. Ad ogni il foglio dell’ASL non ti serve a nulla se non vai a far richiesta della medicare. Anche se la richiedi oggi puoi sempre farti rimborsare le spese che hai o dovrai sostenere.
      Ciao!

  41. Beatrice ha detto:

    Ciao Dome, io sono in partenza per Melbourne con un WHV e sono in dubbio sul fare o meno un’assicurazione sanitaria privata. Ti spiego: io purtroppo ho una cisti che, in via ipotetica, facendo tutte le corna di sto mondo, potrei aver bisogno di asportare nel caso decidesse di infiammarsi. L’intervento in questo caso verrebbe coperto da Medicare?? E le medicazioni annesse?
    Nel caso servisse l’assicurazione privata, é meglio stipularla in Italia o direttamente in Australia?
    Spero tu mi sappia rispondere. Grazie!

    • Dome ha detto:

      Ciao Beatrice, oddio, non posso darti la certezza ma se avrai necessità di un intervento sarà di sicuro per un’emergenza e quindi coperto dal Medicare. Solo ricorda di andare in un ospedale pubblico! Le medicazioni annesse sono coperte per certo.
      L’assicurazione privata la stipuli dove ti conviene: prova a sentire la tua agenzia assicurativa cosa ha da proporti e confrontala con la BUPA (è l’assicurazione privata australiana). Altrimenti vedi anche la Worldnomads che ha il vantaggio di essere online.
      Ciao!

  42. Federico ha detto:

    Ciao, avrei bisogno di un informazione,

    io dovrei uscire dall’ Australia dopo circa 4/5 mesi dal mio arrivo e poi rientrare prima che la medicare scada, quello che vorrei sapere è: se sono uscito e rientrato prima che la medicare scada, una volta scaduta (mentre io sono già rientrato dall’italia) posso rifarla??
    GRAZIE

    • Dome ha detto:

      Ciao Federico, la Medicare la devi “riattivare” ogni volta che rientri in Australia poiché questa si disattiva ogni volta che sul tuo passaporto viene affrancata l’uscita dal Paese.
      La copertura sanitaria ti scade dopo 6 mesi rifilati senza lasciare l’Australia. Easy, no? 🙂
      Ciao!

  43. tommy ha detto:

    Ciao a me piacerebbe andare in Australia per lavoro con un WHV.
    Il mio problema è che ho una malattia cronica fin dalla nascita e non so se in Australia sono coperto oppure no perchè dovrei usufruire dei servizi ospedalieri ogni 3/4 settimane.
    Il fatto e che non so nemmeno se possono rilasciarmi il visto, vorrei avere un aiuto se è possibile grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Tommy, purtroppo non sono in grado di dati informazioni precise, quello che so per certo è che quando si fa l’application per il visto bisogna auto-dichiarare del buono stato di saluto, se così non fosse ti verrà chiesto dal dipartimento d’immigrazione di fare degli esami che certifichino il tuo attuale stato e con tali risultati poi decideranno se rilassati il WHV.
      Mi spiace non riuscire a darti una risposta solida ma non mi era mai stato posto un problema simile e tanto meno ricevuto feedback da chi è già passato per il tuo stesso cammino.
      Buona cosa potrebbe essere contattare un migration agent che di certo hanno tutte le risposte di cui cerchi.
      Ciao!

  44. Raffaele Rufo ha detto:

    Ciao Domenico, e complimenti per l’accuratezza, la generosità e la pazienza con cui gestisci il blog. Assieme alla mia compagna e al mio piccolo bimbo di un anno circa visiterò Melbourne dal 6 Feb al 13 Mar. Mio figlio è affetto da talassemia major, ovvero necessita di trasfusioni di sangue periodiche (al momento ogni 6 settimane). Appena prima di partire faremo una trasfusione per ridurre il rischio di doverne fare una a Melbourne. Durante l’ultimo via viaggio in terra australiana ho parlato con la capo infermiera del Monash Clinical Center che mi ha informato sul costo di una trasfusione in assenza di medicare (ovvero, secondo lei, di residenza permanente o cittadinanza): 1000 dollari circa. Mi chiedo se la trasfusione rientri nei servizi coperti dall’accordo tra Italia e Australia di cui hai utilmente scritto in un precedente post. Se così non fosse pensavo di optare per un’assicurazione privata. Hai qualche informazione in merito? Grazie mille per la tua disponibilità. Raffaele

    • Dome ha detto:

      Ciao Raffaele, da quello che si può dedurre dal sito governativo australiano, le cure di tuo figlio sono coperte dall’accordo stipulato tra Italia e Australia. Questo significa che dovrai comunque pagarle e poi verrai rimborsato.
      Tuttavia, se fossi in te, proverei a chiamare e avere conferme direttamente dagli operatori del servizio (vedi “visitor” a questa pagina).
      Se vuoi interessarti ad un’assicurazione privata per il questo viaggio ti consiglio di andare a sentire cosa propone la tua assicurazione a cui già ti affidi. Altrimenti ci sono quelle online, valide come la Worldnomads, ma devi vedere in dettaglio le condizioni e controllare che le necessità di tuo figlio rientrino dentro.
      Ciao!

  45. Manuel ha detto:

    Ciao Domenico! Complimenti per il tuo blog!!
    Io soggiornerò in Australia per cinque settimane (da fine Marzo 2015 a inizio Maggio 2015) e più precisamente avrò in affitto per due settimane un appartamento a Sydney e per i restanti giorni girerò in altre città (Melbourne, Adelaide, Brisbane..).
    Avrei qualche dubbio per quanto riguarda la richiesta del tesserino Medicare, una volta arrivato a Sydney. Ho letto che tale tesserino, una volta compilata e approvata la richiesta, verrebbe spedito ad un indirizzo locale e che i tempi di spedizione si aggirano attorno alle due settimane. Come faccio se al suo arrivo, io sono già partito per altre città.
    Ci sono delle alternative a riguardo?
    grazie 😉

    • Dome ha detto:

      Ciao Manuel, la Medicare ti può arrivare solo per posta. Quello che è importante è che tu abbia fatto richiesta perché semmai dovessi avere bisogno di farti rimborsare delle spese mediche (ti auguro che non succederà mai!) avrai le cose semplificate.
      Se è la prima cosa che fari appena arrivato dovresti avere tutto il tempo di ricevere la tua card.
      Ciao!

  46. maria elena ha detto:

    buonasera a tutti,
    a dicembre sono stata in australia con visto tourist, mentre ero a melbourne sono stata male e mi hanno portato all ospedale piu vicino cn l ambulanza -ospedale di footscray- cure e accertamenti fatti e mi hanno detto dell’accordo e che qyindi non avrei pagato ma non sapevo che il trasporto in ambulanza si pagasse, la settimana dopo mi hanno chiamato x avere la fotocopia del mio passaporto e io l ho portata, il 19 gennaio sono tornata in italia e settimana scorsa è arrivato, nel mio domicilio australiano, la richiesta di pagamento di tale servizio, ora la proprietaria di casa ha buttato questo foglio senza neanche avvertirmi, adesso io che devo fare?
    mi dovrebbe arrivare nella residenza italiana?
    come faccio a pagare -se volessi farlo- se in italia non mi é arrivato nulla e so solo cio che mi è stato detto? grazie.

    • Dome ha detto:

      Ciao Maria Elena, contatta direttamente l’amministrazione dell’ospedale dove sei stata curata e mettili al corrente di quel che è successo. Poi saranno loro a dirti che cosa ci sarà da fare.
      Ciao!

  47. Mauro ha detto:

    Buongiorno,
    mio figlio è partito per Sydney nel mese di ottobre con un visto “Australian Holyday Working”, pertanto ha provveduto a cancellarsi dal SSN per usufruire di quello australiano tramite modello 106 rilasciato dalla ASL.
    Mio figlio è diabetico e deve attivare il piano cronici per poter avere l’insulina dal servizio sanitario australiano.
    Sapete dirmi dove può rivolgersi per ottenere l’insulina a Sydney?
    Stiamo trovando difficoltà nella spedizione del medicinale dall’Italia in quanto non può viaggiare in stiva.
    Vi ringrazio per qualsiasi informazione possiate darci.

    • Dome ha detto:

      Ciao Mauro, tuo figlio deve presentarsi ad un Medicare Centre e farsi fare una prescrizione da un medico per poter richiedere l’insulina di cui ha bisogno. Nel frattempo potrebbe essere comunque interessante farsi fare una lettera dal medico curante italiano da consegnare al figlio (anche via email) che lo potrebbe aiutare nella richiesta dei suddetti farmaci.
      Ciao!

  48. Gioia ha detto:

    Ciao Dome, partiro per Brisbane tra un mese, ho fatto l’estensione all’ Asl in Italia per poter poi fare il madicare una volta arrivata li, l’assistente dell’Asl (con marito Australiano) mi ha detto che il madicare ha una copertura limitata allo stato in cui viene fatto..
    La mia domanda quindi è: se io faccio il medicare nel queensland e poi dovessi avere dei problemi mentre sono in un altro stato è prevista comunque la copertura?
    ho intenzione di muovermi parecchio nei diversi stati e vorrei avere la certezza di una copertura sanitaria completa altrimenti mi conviene fare un assicurazione privata prima di partire.
    Grazie mille

    • Dome ha detto:

      Ciao Gioia, il medicare ti copre per 6 mesi ovunque tu sia in Australia. Occhio però che non è garantita la copertura sanitaria completa ma alcune cose sono esenti (come elencato a fondo del post).
      Parti tranquilla 🙂
      Ciao!

  49. Marco ha detto:

    Ciao Dome, complimenti per il blog! Ho cercato un po’ in internet ma non sono riuscito a trovare una risposta chiara al mio dilemma. A causa di un problema fisico devo fare uno specifico esame del sangue una volta al mese e prendere un medicinale (non convenzionale, però si trova tranquillamente in farmacia ma non è l’aspirina per intenderci) tutti i giorni. Con la medicare c’è una qualche genere di copertura o serve qualcosa di più? Mi rendo conto della specificità della domanda ma non ho idea di come potermi informare. Grazie in anticipo per la risposta e buona serata!

    • Dome ha detto:

      Ciao Marco, in effetti è un bel dilemma il tuo, nel senso che la tua situazione potrebbe essere ambigua e rientrare tra i casi in cui la Medicare non copre le spese (voce 2). Per avere risposte certe potresti scrivere direttamente alla Medicare. Tuttavia mi azzardo a pensare, basandomi su quello che mi si scritto, che dovresti avere ragioni sufficienti per ottenere il rimborso.
      Ciao!

  50. Loredana ha detto:

    Ciao devo spedire in Australia delle medicine di prima necessità a mia figlia che vive a Sydney… Si tratta di compresse di Eutirox dose 100 quantità 10 confezioni …troveranno difficoltà ad arrivare a Sydney e c’è il rischio che non vengano sdoganate? Il tutto naturalmente è accompagnato da una lettera del dottore in cui dichiara che mia figlia deve assumere questi farmaci in quanto è affetta da ipotiroidismo grazie se vorrai rispondenti al più presto….
    La spedizione verrà effettuata tramite poste italiane o andrebbe meglio una spedizione tramite DHL? Grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Loredana, non vedo problemi con il materiale che intendi spedire. Va bene spedire con le poste, tieni conto che ci vorranno almeno una decina di giorni.
      Ciao!

  51. Monika ha detto:

    Ciao Dome!
    Avevo letto qui, come avevi scritto tu, anni fa, come funziona con parto a Australia… Mio compagno andra a lavorare in Australia e quindi andiamo tutta la famiglia. Avra il visto 457. Pero pochi mesi fa ho saputo di essere di nuovo in cinta… Magari e cambiato qualcosa? Sai piu meno, quanto ci potrebbe costare partorire la? A un ospedale publicco, come un paziente publicco… Vorrei sapere a quanto ci conviene andare la o rimanere qui… Dovrebbemo andare quando saro tra settimo e ottavo mese di gravidanza, quindi gli essami li faro quasi tutti qui a Italia… Io avro il turist visa… O pensi che conviene farlo nascere qui a Italia?
    Grazie per la tua risposta, tanti saluti!

    • Dome ha detto:

      Ciao Monica, non ti so dire quanto possa essere il costo per partorire in un ospedale pubblico australiano. Tuttavia se tuo marito avrà un visto sponsorship 457 tu non avrai bisogno di fare un tourist visa e lui avrà un’assicurazione che dovrebbe coprire almeno parzialmente le spese. Tieni a mente che le spese mediche ti verranno comunque rimborsate se sei registrata al Medicare.
      Ciao!

  52. Davide ha detto:

    Caro Dome,
    Sono veramente abbattuto, spero tu possa darmi una mano, ogni volta che metto mano ai documenti salta fuori qualcosa di nuovo.

    Premessa, ho vinto all’università dove studio una borsa per 3 mesi in cui posso svolgere una traineeship in un’ Università straniera. Sono stato accettato dall’ Università di Adelaide che mi accoglie volentieri.
    Il problema però è legato al fatto che dovendo fare un occupational trainee loro dovrebbero essere registrati come sponsor e dovrebbero fare l’application, che prevede anche un pagamento oltre che la compilazione dei moduli, tuttavia non dovrebbe essere l’università ospitante a pagare ma quella che mi sta mandando, cioè quella italiana! Hai qualche consiglio?? un università Australiana non è in qualche modo sempre riconoscibile come sponsor??

    Per quello che riguarda la copertura sanitaria farò come avete scritto qua, utilissimi i consigli!

    grazie mille e a presto

    Davide!

    • Dome ha detto:

      Ciao Davide, purtroppo solo un’entità australiana può fare da sponsor. Mi lascia un po’ perplesso che un’università non sia già registrata come sponsor avendo studenti da mezzo mondo e alcuni come te con un visto occupational trainee (occhio che da quest’anno ha cambiato nome in Training and Research visa).
      Purtroppo io non sono un migration agent e non conosco a menadito tutte le leggi in materia per capire se l’università può fare qualcosa e se eventualmente ci sono possibili iter alternativi per prendere un visto diverso utile allo stesso scopo.
      Ciao!

  53. maria elena ha detto:

    Ciao Dome e complimenti per il blog. Ho bisogno di avere un’informazione: a dicembre mi sono recata in vacanza in Australia e mentre ero nello stato del victoria, a Melbourne, dove ho parenti, mi è venuta una crisi epilettica e mi hNno portto in ospedale cn l’ambulanza e sn rimasta tutto il pomeriggio. Ebbene mi hnno parlato dell’accordo maa non sapevo che l’ambulanza si pagasse quindi torno in italia senza problemi. Mentre ero gia in italia m arriva la comunicazione dalla persona in cui avevo il domicilio in aus che le era arrivata la bolletta da pagare. Ho parlto cn un avvocato il quale mi ha detto che la bolletta deve arrivarmi in italia. Bè sn arrivati 2 solleciti in Australia ma ancora nulla in Italia. Cosa devo fare se la volessi pagare? Aspettare o farmela spedire?
    Grazie

    • Dome ha detto:

      Ciao Maria Elena, la lettera è arrivata al domicilio in cui ti vivevi al tempo o comunque dipende come sei stata registrata quando sei entrata in ospedale. Meglio se contatti direttamente l’ospedale e gli spieghi la situazione e poi saranno loro a chiarire che fare.
      Ciao!

  54. matteo ha detto:

    ciao, grazie per questo sito che risolve tanti dubbi.
    io ne ho un altro: ho già fatto il primo anno con WHV, dove ho fatto la medicare e l’ho rinnovata dopo essere uscito. ora sono in italia e a breve rientro con il secondo visto WHV che ho già.
    vorrei sapere se posso richiedere un altro rinnovo di medicare con lo stesso procedimento.
    grazie!

    • Dome ha detto:

      Ciao Matteo, certo che puoi richiedere un altro Medicare. Questa si può rinnovare dopo un max di 6 mesi come già hai fatto, uscendo e rientrando in Australia, tutte le volte che vuoi.
      Ciao!

  55. Bruno ha detto:

    Ciao, sono il padre di una ragazza che partirà’ per l’Australia a Ottobre di quest’anno per lavorare con un visto WHV. Mia figlia è’ diabetica e necessita di insulina. Il trattamento medicare previsto in Australia prevede la fornitura gratuita della insulina ? Se la risposta è’ positiva penso che oltre i sei mesi di garanzia tale farmaco sarà’ a totale carico di mia figlia e a quel punto o si esce dal paese per avere il rinnovo di Medicare per altri sei mesi o sarà’ indispensabile stipulare una assicurazione privata. Ti ringrazio anticipatamente per la risposta e ti saluto. Un’ ultima cosa, se ho capito bene il certificato dell’Asl italiana riguardo la sospensione temporanea del medico serve solo per evitare che il medico italiano continui ad avere i contributi statali per il paziente. In Australia tale documento non ha valore. Mi sbaglio?
    Grazie ancora

    • Dome ha detto:

      Ciao Bruno, si, la sospensione temporanea della copertura sanitaria è solo per evitare che il medico di base riceva i contributi.
      Per quanto riguarda l’insulina si può portare fino a 3 mesi di scorte accompagnate da una lettera (in inglese) del medico che ne attesti l’uso. Al termine di quei 3 mesi ssu a figlia si dovrà rivolgere al servizio Medicare (a quale di si deve registrare): le spese sostenute saranno poi rimborsate dal SSN. Di norma questa è la prassi.
      Ciao!

  56. antonella cavalli ha detto:

    ciao,
    io e mio marito ci stiamo trasferendo a Melbourne per un periodo di diversi anni. E’ il mio contratto di lavoro (visto 403 e 80 per lui).
    Lui è diabetico e vorremmo sapere come fare per ottenere l’esenzione per l’insulina e altri necessari supporti.
    Grazie per la risposta.
    antonella

    • Dome ha detto:

      Ciao Antonella, purtroppo non sono in grado di darti indicazioni precise. Tuttavia se fossi nei vostri panni chiederei consiglio direttamente all’endocrinologo o in generale al medico che segue tuo marito per il suo diabete.
      Ho fatto una breve ricerca e ho trovato questo sito interessante: Italia e Australia hanno il reciproco accordo RHCA e quindi dovreste fare in modo di registrarvi al NDSS (National Diabetes Services Scheme) quando farete richiesta della Medicare card. Chiaramente servirà la documentazione clinica necessaria al caso.
      Inoltre terrei a farti notare l’ultimo paragrafo riportato alla pagina sopra linkata:

      Please note the NDSS does not cover insulin, lancets and other products that may be needed for the management of your diabetes. These products can be purchased, either at full retail price or under relevant subsidies, if using a prescription. For this reason, we encourage you to have comprehensive travel insurance which may help in reimbursing the cost of these items. If you are emigrating to Australia, you may also want to explore private health insurance options in Australia to help manage these ongoing costs.

      A leggere capisco che la copertura non è totale (non so come sia in Italia) e consigliano di avere comunque una assicurazione privata per tenere sotto controlli i costi per l’acquisto dei prodotti.
      Andando a memoria (di cui non mi fido molto) mi pare che sia consentito portare una scorta max di 3 mesi. Quindi fate bene i vostri conti con i tempi necessari per essere registrati con lo NDSS.

      Spero di esservi stato di aiuto in qualche maniera e aver portato informazioni utili.
      Ciao!

      • antonella cavalli ha detto:

        sei stato veramente esaustivo, ti ringrazio molto
        vedremo come fare per procurarci l’insulina e il resto
        grazie ancora

        • antonella ha detto:

          Avrei un’altra domanda di tutt’altro genere.
          E’ possibile portare con sè in aereo dell’olio d’oliva?
          E’ produzione propria per cui non ha alcun certificato.
          Grazie

  57. Marco Lo Iacono ha detto:

    Buonasera, ho un dubbio. Devo recarmi in vacanza in Australia per una ventina di giorni, dal 16 Dicembre all’8 Gennaio, trovo in rete notizie discordanti sulla necessità o meno di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria.

    Il tema è questo: io viaggerò molto da Melbourne, a Canberra, fino ad arrivare a Sydney e Brisbane. Quindi non avrei modo di richiedere e ricevere ad un domicilio specifico la tessera Medicare. Mi sembra però di capire che i servizi sanitari di base sono comunque gratuiti per noi residenti in Italia, anche solo presentando il visto / passaporto che attesta la data di ingresso in Australia (alla luce dell’accordo Italia – Australia). E’ corretto? Posso quindi evitare di fare richiesta?

    • Marco Lo Iacono ha detto:

      Buongiorno, riuscite a rispondere alla mia domanda per favore?

      Grazie mille.
      Marco

      • Dome ha detto:

        Ciao Marco, non hai bisogno di far richiesta della medicare con un visto turistico e sarai coperto lo stesso dal servizio sanitario con i limiti elencati qui nel post.
        Tieni a mente che le eventuali spese mediche ti verrano rimborsate dal SSN.
        Ciao!

  58. Domenico ha detto:

    Cia dome, sto cercando di capire meglio come funziona medicare, premetto che sono un ragazzo affetto da thalassemia major, e nella prima settimana di novembre avrei intenzione di partire per l’australia. Premetto che piu o meno so qqualcosa ma sono in dubbio se le mie cure siano coperte, considerando che ogni 2 settimane circa ho bisogno di trasfusioni di sangue, abbinate a unaa cura di pillole tutti i giorni. In sostanzaa sai qualcosa a riguardo?

    • Dome ha detto:

      Ciao Dome, in linea generale dovresti essere coperto. Uso il condizionale perché non so esattamente come e in che percentuali (potrebbe essere che sei coperto per un tot di mesi e basta). Quello che ti posso consigliare è di andare a chiedere informazioni “garantite” direttamente presso la tua USL o il tuo medico curante: loro sono quelli che possono darti risposti ufficiali a riguardo.
      Tieni a mente che la copertura di per se dura 6 mesi e se stai pianificando di farti un anno o forse due di WHV meglio considerare anche soluzioni alternative alla medicare.
      Ciao!

    • Marco ha detto:

      Ciao Domenico! Ho letto che anche tu sei affetto da thalassemia e volevi partire in Australia.Hai poi fatto il viaggio? Mi servirebbero delle dritte.Grazie.

  59. Bill ha detto:

    Ciao Dome,
    entreró tra un paio di giorni in Oz col WHV, ma rimarrò soltanto un mesetto, giusto per dare un’occhiata ed ambientarmi un po.
    Dopo quest’occhiata tornerò in Italia per quattro mesi, al termine dei quali vorrei rimettere piede in Aus attorno ad agosto, per poi lavorare ininterrottamente fino al marzo successivo.
    Il quesito su cui mi arrovello è questo: converrebbe che io facessi semplicemente un’assicurazione privata per il mese di marzo, così da far partire la medicare ad agosto quando torno in Aus?
    Dico questo perché mi sembra sarebbe uno spreco non da poco farla partire ora quando, effettivamente, brucerei inutilmente mesi di medicare senza neanche essere in territorio Aus.
    Spero davvero di esser stato chiaro, e che la domanda non abbia risposta scontata, visto che non mi sembra di trovare risposta alcuna nei vari dibattiti.
    Grazie mille, e grandi belle cose per il futuro, sempre!

    Con rispetto,

    Bill

    • Dome ha detto:

      Ciao Bill, mi spiace non averti risposto prima… per quanto riguarda la medicare questa si rinnova di 6 mesi ogni volta che rientri in AU, per tanto non sarà di certo un problema per il tuo piano.
      Tuttavia ti sconsiglierei di partire con un WHV, piuttosto un tourist per il primo mese e poi applicare per il WHV ad agosto e sfruttare appieno i 12 mesi. Tutto ciò salvo che tu abbia l’età per farlo.
      Ciao!

  60. valeria ha detto:

    Ciao Dome,
    sono una Dottoranda, a settembre andrò a Brisbane per un internship di 8 mesi in un centro di Ricerca dell’Università del Queensland. La segretaria del centro di ricerca mi sta facendo fare un “Training and Research (Subclass 402) occupational trainee visa “. Vorrei sapere se potrò essere coperta da Medicare con questo particolare tipo di visto .

    Grazie mille

    Valeria

    • Dome ha detto:

      Ciao Valeria, la Medicare ha una durata massima di 6 mesi e no ti coprirebbe per tutta la durata della tua permanenza.
      Detto ciò a questa pagina, al paragrafo “Health insurance” si legge che non è obbligatorio avere un’assicurazione medica provata poiché tra Italia e Australia c’è “reciprocal health arrangement”.
      Tuttavia la Medicare non copre proprio tutto e se desideri toglierti ogni pensiero potresti passare ad una privata (potrebbe costarti intorno ai $1-2/day). Le compagnie più comuni sono la Bupa e Nib.
      Ciao!

  61. […] Ok. Abbiamo occupato la sala di Umberto insieme a Jonathan ed i nuovi numeri di cellulare australiani sono ormai attivi e funzionanti. Ora ci mancano solo il conto in banca, il TFN (Tax File Number) e la MEDICARE. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *