Tempus volant

On 10 novembre 2008, in Riflessioni, by Dome

Bene o male un anno e’ trascorso, piuttosto velocemente per quanto mi riguarda, e la situazione sembra non essere variata di molto tant’e’ che il conto bancario e’ al verde e sono di nuovo a scuola d’inglese. In realta’ molto e’ cambiato se si considera che ora vivo in un appartamento con una stanza tutta mia (avevo completamento dimenticato il significato di dormire in un posto tranquillo, senza rumori e distrazioni), il corso a scuola ora e’ “advanced” e non “intermediate” e mi sento particolarmente accasato in una citta’ come Sydney. Per la serie il mondo e’ piccolo, due miei compagni di classe che vengono da mestre, incredibile a dirlo, conoscono la mia vicina di casa. E come se non bastasse un’insegnante e’ venuta a fare una supplenza, e parlando del piu’ e del meno e’ salito a galla che lei e’ meta’ americana e meta’ italiana, nulla di ecclatante fin qua, ma se si considera che la mamma e’ di Fossalta di Portogruaro… certo che se uno volesse far perdere le sue tracce scappando in questi luoghi sarebbe un incredibile fallimento!
Per il resto le mie giornate procedono senza grande enfasi, talvolta trascorrendo il pomeriggio al mare, facendo due tiro a basket, provando a studiare e per fortuna lavoricchiando in alcune pizzerie. Con il nuovo visto da studente sono molto limitato nel lavorare, riesco giusto a mettere da parte $50 dollari a settimana escludendo affitti e vitti. Diciamo che ho visto tempi migliori…

Related Posts with Thumbnails
Tagged with:  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *