Provo a far luce

On 23 ottobre 2007, in Italia, Riflessioni, by Dome

ore 17:23

Ormai ci siamo. In giornata dovrei raggiungere il punto di non ritorno, l’acquisto dei biglietti aerei. E così anche i più scettici tra i miei neuroni dovranno accordarsi con la coscienza irrazionale che ti permette di realizzare cose che di norma si fermano ai soli pensieri, sogni o qualsiasi altro prodotto della coscienza razionale.

Ed è così che ho deciso di dare una svolta, da un giorno per l’altro. L’esitazione mi avrebbe portato a chiedermi troppe volte se fosse la cosa giusta, e con l’andar del tempo avrei soffocato quel coraggio che mi è servito a compiere il fatidico passo.

ore 19:52

biglietti acquistati. si parte mercoledì 7 novembre per londra e poi domenica 11 alla volta di sydney. arrivo previsto lunedì 12 novembre ore 21e35 GMT +9.

Related Posts with Thumbnails
Tagged with:  

4 Responses to Provo a far luce

  1. Roberto ha detto:

    avrei bisogno di qualche informazione…Ho conseguito quest’anno il diploma di Ragioneria e vorrei provare questa nuova esperienza . Ho visto che con il WHV, ti danno la possibilità di studiare per non più di 4 mesi e qui si verifica il primo problema perchè il mio obiettivo sarebbe di intraprendere un corso in lingua per arrivare a conseguire il certificato IELTS e in un secondo momento iscrivermi ad un ulteriore corso prettamente indirizzato nell’inglese/commerciale.
    Che scuola mi consiglieresti di frequentare, che possibilità ci sono di trovare lavoro non conoscendo la lingua?
    Dal momento che parto da solo è difficile mantenersi una camera con le paghe che ci sono?
    Grazie per la disponibilità.. Tappa prevista:Sidney !

    • Dome ha detto:

      Ciao Roberto, non hai bisogno di studiare IELTS puoi intraprendere subito un corso di Business English che ti darà tutte le nozioni che fanno al caso tuo. Con il WHV hai 4 mesi massimo di studio che sono abbastanza per l’obiettivo che hai ma se tu volessi fare qualcosa di più esteso allora considera di richiedere uno student visa. Con il lavoro ci si paga il vitto e l’alloggio ma dipende molto da cosa sai fare e soprattutto dal tuo inglese iniziale!
      Se punti a Sydney ti posso consigliare una scuola che fa proprio al caso tuo.
      Ciao!

  2. Riccardo ha detto:

    Ciao Dome, ciao roberto se posso mi unisco anche io alla discussione, io ho conseguito il diploma di Perito elettrotecnico l’anno scorso, ho 21 anni e purtroppo oltre a fare le pulizie e lavorare occasionalmete in una pizzeria da asporto non trovo altro; quindi stavo pensando anche io di fare questa esperienza, te lo dico sinceramnete io parto per rimanere, detto così fa ridere viste le leggi e i requisiti (che io non ho) per diventare permanent ma ce la metterò tutta per raggiungere questo obiettivo, mal che vada spero di riuscire ad raggiungere un buon livello di inglese, in breve mi sono rotto di vivere sulle spalle dei miei e qui in italia non vedo buone possibilità di diventare indipendente. Ovviamente come molti studenti italiani che escono dalle superiori, mi ritrovo un inglese di livello scolastico, la voglia è tanta e sono fiducioso ma la lingua è il mio unico timore perchè è quella che ti permette di trovare lavoro e di mantenerti quindi ti chiedo anche io un parere se conviene partire con un inglese scarso o rimandare di un’anno per migliorare l’inglese qui in italia contando che emigrare in Oz sta diventanto sempre più diffuso quindi ci sarà più concorenza di anno in anno e leggendo in giro le cose stanno cambiando in Australia in materia di immigrazione. Cosa ne pensi ?

    Ah complimenti per il blog me lo spulciando tutto 🙂

    • Dome ha detto:

      Ciao Riccardo, a mio avviso i tuoi studi ti aprirebbero delle porte al mondo lavorativo australiano ma non avendo esperienza lavorativa (se ho capito bene) la carta che potresti giocarti è ampliare le tue conoscenze frequentando una scuola professionalizzante, quindi non di inglese ma proprio del tuo campo, che ti darebbe una quasi certezza di poter diventare un residente australiano. Ovviamente ci sarà bisogno di imparare anche l’inglese ma quello verrà da se nel giro di pochi mesi se sarai bravo ad evitare la compagnia connazionale.
      Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *